Open Fiber

Open Fiber in Sardegna: raggiunte anche le città di Olbia e Oristano

Nel rispetto delle norme sanitarie a tutela dei propri operatori e dei cittadini, Open Fiber continua ad espandere la sua infrastruttura di rete in fibra ottica nel territorio sardo.

Come dichiarato nel comunicato stampa del 17 aprile 2020, infatti, in Sardegna risultano essere 184 mila le unità immobiliari raggiunte dalla fibra in modalità FTTH di Open Fiber, a seguito di un investimento diretto di 67 milioni di euro totali.

Dopo aver garantito la copertura nelle città di Cagliari, Quartu, Quartucciu, Selargius, Sassari e Alghero, adesso sarà possibile navigare alla velocità di fino a 1 Gbps (Gigabit al secondo) anche per gli abitanti di Oristano e Olbia. Nei due comuni infatti Open Fiber sta realizzando una nuova infrastruttura di rete, investendo oltre 12 milioni di euro, che raggiunge attualmente circa 10 mila unità immobiliari, con il servizio disponibile per 4300 clienti a Olbia e 6200 clienti a Oristano.

Open Fiber

Gianfranco Podda Regional Manager di Open Fiber in Sardegna, spiega:

La connessione in banda ultra larga di Oristano e Olbia è per noi un motivo di orgoglio. Stiamo portando la fibra ottica da una sponda all’altra dell’Isola in un momento difficile in cui la tecnologia aiuta le persone a stare vicine. Il 2020 sarà un anno importante perché, oltre che a ultimare i lavori in entrambi comuni con l’obiettivo totale di 41 mila unità immobiliari, cominceremo a portare la nostra infrastruttura, la stessa delle grandi città, nelle aree bianche, zone periferiche e borghi rurali, come concessionario del bando di gara Infratel. Il piano prevede nei prossimi mesi l’apertura di cantieri nei primi 52 comuni.

L’azienda tramite la sua infrastruttura di rete a banda ultra larga, mira a promuovere la crescita dei territori urbani, consentendo lo sviluppo di servizi digitali anche nella pubblica amministrazione grazie alla modalità FTTH (Fiber to the home) cioè con la fibra ottica direttamente nelle case, nelle scuole, nelle aziende e negli uffici pubblici.

Si sottolinea che Open Fiber è un operatore Wholesale only, ovvero che non si preoccupa direttamente dell’erogazione e della vendita dei servizi agli utenti interessati, bensì è attivo solo sul mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso agli operatori del settore.

Al momento il servizio è disponibile con Vodafone, Tiscali, Optima, Sorgenia, Fibracity per entrambe le città, a cui si aggiunge WindTre ad Olbia. Al termine dei lavori, l’utente dovrà contattare un operatore e scegliere il piano tariffario adatto alle proprie esigenze, tenendo conto che Open Fiber ha attivato una promozione sui contributi di attivazione di una linea FTTH di 60 euro.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button