Open Fiber

Open Fiber: fibra ottica in modalità FTTH anche nella città di Corato

Open Fiber continua a investire sulla rete in fibra ottica FTTH in Italia, arrivando adesso a Corato, nonostante l’epidemia di Coronavirus nel Paese.

Open Fiber, nel rispetto del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo 2020, prosegue le sue attività attuando le dovute precauzioni e misure preventive del caso, a tutela della salute dei suoi operatori e dei cittadini.

Open Fiber ha aperto la commercializzazione della rete in fibra ottica ultraveloce in modalità FTTH (Fiber to the Home) a Corato, preparando così una infrastruttura di rete con velocità di 1 Gbps (Gigabit per secondo) e latenza inferiore ai 5 millisecondi dopo alcuni mesi di interventi sul campo.Open Fiber

Open Fiber, sotto la guida di Elisabetta Ripa, sta investendo 5 milioni di euro per il cablaggio di oltre 14mila unità immobiliari (abitazioni, uffici e negozi) col termine dei lavori  previsto entro 18 mesi dall’avvio dei cantieri.

Il progetto stilato per Corato, al fine di limitare l’impatto degli scavi e gli eventuali disagi per la comunità, prevede il riuso di cavidotti e infrastrutture di rete già esistenti: la rete in fibra ottica si estenderà per 153 chilometri, 67 dei quali realizzati attraverso il riutilizzo di reti aeree e interrate già presenti in città.

Elisabetta Ripa

Corato sarà complessivamente attraversata da 8mila chilometri di cavi in fibra ottica. Gli scavi saranno effettuati privilegiando metodologie a basso impatto ambientale come la mini-trincea: al taglio su strada largo 10 centimetri e profondo 35 centimetri e al contestuale riempimento con malta cementizia di colore rosa (ripristino provvisorio) seguono dopo almeno 30 giorni le riasfaltature (ripristino definitivo).

Ugo Falgarini, regional manager Puglia di Open Fiber, spiega:

Una rete integralmente in fibra ottica permette di abilitare servizi a prova di futuro che vanno a beneficio dell’intera collettività: lo smart working, la telemedicina, l’educazione a distanza, l’Industria 4.0, la videosorveglianza ad altissima definizione, la domotica, l’Internet of Things sono solo alcuni degli esempi possibili. Siamo quindi di fronte a passaggio fondamentale verso la Gigabit Society, tra l’altro senza alcun tipo di esborso per le casse pubbliche: l’intervento è del resto interamente a carico di Open Fiber.

Salvo Piarulli, field manager dell’azienda e responsabile dei lavori in città, aggiunge:

Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di telecomunicazioni e Internet service provider interessati. Questo significa che una volta avviata la vendibilità del servizio, i cittadini e le imprese di Corato potranno scegliere l’operatore e l’offerta più congeniali alle loro esigenze, certi di poter contare sulle migliori tecnologie disponibili sul mercato.

Open Fiber sottolinea che il cablaggio degli edifici è gratuito e ad uso del condominio, che vedrà accrescere il suo valore di mercato grazie alla presenza di una connettività a banda larga.

 

Vuoi ricevere notizie e consigli utili in tempo reale sul mondo della telefonia? Iscriviti gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Segui MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

MondoMobile.News

Back to top button