Tech

Vodafone Nuova Zelanda lancerà le eSIM a partire dalla metà del 2020. E in Italia?

Mentre in Italia quello delle eSIM è diventato un tema di rilievo dopo l’introduzione da parte di TIM, in altri Paesi gli operatori si stanno prevalentemente concentrando sul roll-out della loro rete 5G. Vodafone Nuova Zelanda ha però collegato i due aspetti dichiarando di voler integrare le eSIM come parte dello sviluppo del suo ecosistema 5G.

La notizia era stata inizialmente data da Tony Baird, il Technology Director di Vodafone NZ, giustificando la necessità di fornire le eSIM con l’esigenza di intercettare i futuri trend abilitati dal progresso tecnologico e dal 5G.

Vodafone NZ ha poi aperto una pagina in cui afferma che integrerà le eSIM e che queste saranno probabilmente disponibili a partire dalla metà del 2020.

Nella pagina dedicata del sito ufficiale è possibile leggere i dettagli sulle embedded SIM e compilare un modulo per rimanere aggiornati sulle novità a riguardo. È sufficiente lasciare nome e cognome, numero di telefono ed email, e spiegare perché si è interessati alle eSIM (ad esempio per utilizzi in ambito IoT, 5G, Dual SIM, o per applicativi M2M o smart wearables).

Vodafone eSIM
La nuova pagina dedicata alle eSIM di Vodafone NZ

Chiaramente, la notizia riguarda esclusivamente i piani di Vodafone NZ che, si ricorda, è adesso di proprietà di Infratil e di Brookfield Asset Management, restando quindi solo un partner market di Vodafone Group. Tuttavia, Vodafone NZ resta comunque legato a Vodafone Group attraverso i servizi forniti dall’operatore rosso in termini di infrastrutture e terminali, servizi ai clienti, progetti di branding, servizi consumer e business e progetti tecnologici.

In Italia, invece, non sono state ancora fornite notizie ufficiali sulle eSIM di Vodafone, mentre TIM ne ha già avviato la vendita e Wind la sperimentazione. Quanto dichiarato da Vodafone NZ potrebbe però forse costituire un primo riferimento temporale sul lancio anche negli altri mercati in cui Vodafone è direttamente presente e in cui la rete 5G è già stata accesa da mesi. Come nel caso dell’Italia.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button