IoT

Samsung al CES 2020: le principali novità presentate tra intelligenza artificiale e IoT

Si è conclusa l’esperienza di Samsung al CES 2020, la fiera tecnologica di Las Vegas iniziata il 7 Gennaio 2020 e che volge verso il termine proprio nella giornata di oggi. Il produttore coreano ha presentato diverse novità basate anche sull’IoT, l’Intelligenza Artificiale e il 5G, aprendo la sua Age of Experience.

Partendo dagli smartphone annunciati, come ormai noto sono stati presentati i nuovi Galaxy S10 Lite e Note 10 Lite, oltre ai Galaxy A71 e A51. Il Galaxy Note 10+ 5G ha invece ricevuto il premio CES 2020 Innovation Awards per le sue caratteristiche, mentre il Galaxy A50 è stato segnalato, evidenzia il comunicato stampa, “per aver portato agli utenti hardware avanzato e funzionalità premium a un prezzo più basso”.

Passando alle innovazioni legate all’intelligenza artificiale, Samsung ha presentato il suo Ballie, un robot rotante che sfrutta l’IA per interfacciarsi con gli utenti e con i dispositivi IoT presenti a casa. Si tratta di una sorta di piccola palla rotante che si muove per l’intera superficie della casa e che, secondo le ancora scarse informazioni a disposizione, può ricoprire anche il ruolo di assistente fitness.

Ballie, il nuovo robot intelligente di Samsung.

Sempre restando in tema di domotica ed elettrodomestici smart, Samsung ha presentato il nuovo frigorifero Family Hub basato sull’intelligenza artificiale, il BeSpoke, il Cube Refrigerator di dimensioni più compatte e la Slim Double Induction, un piano cottura a induzione portatile.

Il Bespoke, che dà vita a una nuova gamma di prodotti personalizzabili dai clienti.

Numerose novità sono state presentate da Samsung anche in ambito TV e soundbar. Si parte con il televisore Q950TS, un QLED 8K da 85 pollici con schermo Infinity Screen e funzione Q-Symphony per l’audio.

A questo si aggiunge la nuova TV The Sero, in grado di capovolgersi di 90 gradi, raggiungendo dunque un formato verticale indicato dall’azienda per la visualizzazione di contenuti dai social media. L’idea di Samsung, in questo caso, è quello di allineare l’utilizzo di questa TV a quanto fatto nel piccolo schermo di uno smartphone dagli utenti.

Sul fronte dei modelli MicroLED, Samsung ha lanciato due nuovi modelli da 88 e 150 pollici con cornici ridotte, mentre per quanto concerne i monitor da gaming, è stata presentata la nuova line-up Odyssey G9 e G7 con display curvi da, rispettivamente 49 e 32 o 27 pollici.

Infine, sono state presentate le memory solution per l’archiviazione: si tratta del nuovo Portable SSD T7 Touch (nei tagli da 500GB, 1TB e 2TB) con sblocco tramite sensore di impronte e del Samsung 980 Pro.

La nuova TV The Sero che tramite la superficie di scorrimento può essere guardata in verticale o in orizzontale.

Con l’ingresso nel nuovo decennio, Samsung ha presentato al CES la sua visione dello sviluppo tecnologico per gli anni che verranno. Quella che è stata ribattezzata dall’azienda come l’Age of Experience, vedrà secondo Samsung uno sviluppo costante di tecnologie in grado di soddisfare le esigenze grazie alla conoscenza e alla comprensione dei clienti, sfumando di fatto i confini tra il mondo digitale e quello fisico.

Lo scopo dichiarato da Samsung è quello di percorrere questa Age of Experience creando un legame personale tra i suoi prodotti e i clienti, grazie alla realizzazione di alleati intelligenti pronti a supportare gli utenti.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button