SocialeVodafone

La sostenibilità ambientale di Vodafone Italia: efficienza energetica ed emissioni elettromagnetiche

Come noto, Vodafone sta mostrando un crescente interesse nei confronti dell’ambiente grazie alla recente partnership con Fairphone, all’annuncio delle nuove SIM per ridurre lo spreco di materiali e ad altre iniziative inserite nel programma Vodafone Happy.

Nelle pagine conclusive del suo bilancio di sostenibilità 2018/2019, Vodafone si sofferma sulla cosiddetta Responsabilità Ambientale, che include l’efficienza energetica, la sicurezza dei prodotti e le sicurezza degli impianti sul fronte dell’elettromagnetismo.

Sul fronte della responsabilità ambientale, Vodafone evidenzia come i suoi interventi diretti sulle infrastrutture e le iniziative di sviluppo tecnologico contribuiscano a ridurre seriamente le emissioni in atmosfera e a garantire un sensibile risparmio energetico.

Secondo quanto evidenziato, emerge dall’ultimo bilancio che l’operatore rosso ha risparmiato circa 130 GWh di energia elettrica l’anno scorso grazie alle iniziative adottate per l’efficientamento della rete, mentre il 94% dell’energia elettrica è acquistata da fonti rinnovabili. Grazie ai sistemi IoT, inoltre, Vodafone ha evitato di emettere circa 770.000 tonnellate di CO2.

Inoltre, Vodafone ha reso noto di aver reso operativi l’anno scorso nove impianti fotovoltaici aggiuntivi che hanno aumentato l’energia prodotta da fonti rinnovabili da 83  MWh a 190 MHw; nell’anno in corso si pianifica la realizzazione di ulteriori 20 impianti fotovoltaici su siti connessi alla rete elettrica.

Sul fronte della gestione dei rifiuti, Vodafone Italia afferma di aver riutilizzato o riciclato correttamente il 100% dei suoi rifiuti speciali, grazie anche a un piano annuale di audit rinnovato anche per il 2020, in cui sono stati svolti tre audit presso gestori di magazzini per verificare la corretta gestione del deposito temporaneo e della documentazione obbligatoria e 67 audit in materia ambientale nell’ambito del progetto Contractors Control.

Sostenibilità Vodafone

Tornando al tema dei benefici dell’IoT sopra citati, uno studio interno al Gruppo Vodafone ha stimato che l’Italia nel 2018/2019 è stato il secondo top performer tra i Paesi del Gruppo, preceduto solo dal Regno Unito, per risparmio di emissioni di CO2 negli ultimi tre anni.

Nel dettaglio, Vodafone impiega degli smart energy meters per il controllo dei consumi che permettono di ridurre le componenti non strettamente necessarie, dispositivi interconnessi ai sistemi di trasporto pubblico o di illuminazione che aumentano l’efficienza energetica e tecnologie di smart logistics per ottimizzare la gestione degli itinerari nei veicoli o la manutenzione, con risparmi di carburante fino al 30%.

Inoltre, con il Free Cooling 2.0, l’implementazione del controllo remoto dei parametri di climatizzazione, Vodafone è riuscita a ridurre il fabbisogno di energia elettrica utilizzata dai suoi sistemi di condizionamento.

Vodafone

Infine, con riferimento alla sicurezza degli impianti, tema attualmente molto discusso, Vodafone Italia nel suo ultimo bilancio di sostenibilità ha evidenziato di aver progettato tutti i suoi impianti di rete nel rispetto della normativa italiana che fissa limiti fino a 100 volte inferiori rispetto a quelli applicati nel resto d’Europa e definiti dalla Commissione Internazionale per la Protezione dalle Radiazioni non Ionizzanti.

Il rispetto dei limiti continua a essere garantito tramite l’Analisi dell’Impatto Elettromagnetico effettuata sempre in fase di progettazione e condivisa con le varie ARPA secondo quanto previsto dal Codice delle Comunicazioni. Vodafone ricorda, in tal senso, che le stesse procedure valgono anche per i nuovi impianti 5G.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button