Wind Tre: da oggi migrazione a Fibra FTTH senza sostituzione modem per alcuni già clienti ADSL


A partire da oggi, 10 Dicembre 2019, Wind Tre adotta una nuova procedura dedicata ai già clienti di rete fissa in ADSL che vorranno passare alla Fibra FTTH tramite migrazione standard o cambio tecnologico con Fibra Pass.

La nuova procedura è dedicata a tutti i già clienti in ADSL che possiedono il modem unico utilizzato da Wind Tre per le sue offerte di rete fissa, ossia l’attuale Home&Life Hub (Zyxel VMG8825-B) e anche il precedente modello D-Link DVA-5592.

Fibra FTTH SFP

Dato che i modem in questione sono già provvisti di una porta SFP per moduli ottici per sfruttare la connessione in Fibra FTTH, Wind Tre ha deciso che a partire da oggi i già clienti che richiedono il passaggio alla fibra non dovranno più sostituire il modem unico, ma riceveranno gratuitamente a domicilio il modulo SFP che permette di inserire il cavo in fibra ottica, una volta che questo sarà installato in casa dal tecnico, all’interno del modem.

Il modulo SFP è una sorta di adattatore che si può inserire solo in determinati modem che ne prevedono lo slot (come il modem unico Wind Tre), che di fatto crea la porta standard per il connettore ottico.

Chi ha invece ancora un modem non compatibile e diverso da uno dei modem unici, si ricorda che dal 15 Maggio 2019 in caso di migrazione a Fibra FTTH da ADSL il nuovo modem verrà consegnato direttamente dal tecnico contestualmente all’installazione del servizio.

Per conoscere in tempo reale le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Wind Tre rete fissa

Come detto, questa nuova procedura per la spedizione del modulo SFP ai già clienti ADSL in possesso del modem unico, senza sostituzione dell’apparato, si applica sia per il processo di migrazione standard, che prevede il cambio della propria offerta con una delle attuali, sia per il cambio tecnologico con il servizio Fibra Pass, che invece prevede il mantenimento dell’offerta.

Come già raccontato, per effettuare la migrazione da ADSL a Fibra è necessario pagare un contributo una tantum di 24,90 euro, che verrà addebitato nella prima fattura successiva al processo di migrazione. In questo caso sarà necessario quindi attivare le offerte attualmente sottoscrivibili con i brand Wind e 3, con conseguente applicazione dei nuovi vincoli.

Con Wind Tre attualmente il modem è in vendita abbinata a 5,99 euro al mese per 48 mesi, oppure, dal 13 Maggio 2019, anche a 11,98 euro al mese per 24 mesi. In caso di disattivazione anticipata non sono previste penali e si pagano solo le rate residue. Per tutta la durata dei 48 o 24 mesi sarà fornita assistenza con sostituzione immediata del modem con uno equivalente. La sostituzione avverrà tramite corriere che consegnerà al cliente il nuovo apparato e procederà al ritiro del modem guasto.

Il contributo di migrazione non è dovuto per le offerte che dal 22 Gennaio 2018 includono il servizio Fibra Pass, il quale permette di mantenere l’offerta sottoscritta in ADSL passando, non appena disponibile, alla connessione in Misto Fibra Rame FTTC o Fibra FTTH senza alcun costo aggiuntivo.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.