Isola del Cuore: la campagna di prevenzione con oltre 4300 ECG eseguiti mediante Apple Watch


Dalla partnership tra Ospedale Fatebenefratelli – Isola Tiberina e Magnetic Media Network, lo scorso Ottobre 2019 è stata realizzata un’iniziativa di sensibilizzazione finalizzata a promuovere la prevenzione della fibrillazione atriale, attraverso l’uso di Apple Watch.

Così come annunciato da un apposito comunicato ufficiale redatto e diramato nella giornata di oggi, 5 Novembre 2019, dall’ufficio stampa di Magnetic Media Network (MMN), la campagna di prevenzione in questione ha visto eseguire in 2 giorni più di 4.300 ECG con il wearable di Apple e ha di recente anche ricevuto il Premio Forum PA Sanità 2019.

Apple Watch ECG

L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra l’ente ospedaliero romano e Magnetic Media Network (ente qualificato per lo sviluppo di progetti in ambito ResearchKit e HealthKit, oltre che detentore del riconoscimento Apple Authorised Enterprise Reseller), è stata denominata “Isola del Cuore“.

L’attuale Direttore dell’Ospedale Fatebenefratelli – Isola Tiberina di Roma, Stefano Michelini, ha dichiarato quanto segue:

Abbiamo individuato MMN come partner tecnologico dell’iniziativa per la sua conoscenza del mondo Apple rivolto all’Healthcare e per le sue competenze uniche nel realizzare un’infrastruttura ed un ecosistema che potesse sostenere l’intero progetto. Al contempo, ci siamo assicurati di affidarci ad un partner capace di garantire la stessa sicurezza dei dati dei nostri pazienti, secondo gli standard dei sistemi di diagnostica già vigenti nel nostro ospedale. Una delle sfide più ambiziose era, infatti, rappresentata dalla necessità di creare una connessione tra i sistemi software utilizzati dall’Ospedale, i device iOS e ciò che sarebbe servito per una gestione sicura della privacy degli utenti e dei loro ECG”.

La campagna si è tenuta nelle giornate del 12 e 13 Ottobre 2019, quando i cittadini che vi hanno aderito mediante prenotazione dal web o call center sono stati sottoposti allo screening realizzato con l’Apple Watch della casa produttrice californiana.

Arrivati alle postazioni di accoglienza, i pazienti non hanno dovuto fare altro che mostrare il QR Code identificativo assegnato in fase di iscrizione, e successivamente indossare il wearable per la misurazione dell’elettrocardiogramma (ECG).

Lo stesso Michelini si è anche espresso sulla patologia cardiaca oggetto dell’iniziativa:

“La fibrillazione atriale è la forma più grave di aritmia, molto spesso asintomatica, per questo ancor più pericolosa. Colpisce 850.000 soggetti ogni anno, soprattutto donne oltre i 65 anni di età. Stili di vita sempre più sedentari, fumo e alimentazione poco sana sono tra i fattori che aumentano il rischio di aritmie anche nei soggetti più giovani”.

Apple Watch ECG

Anche Damiano Airoldi, fondatore e CEO di Magnetic Media Network, ha commentato il progetto realizzato:

Il 12 e 13 ottobre è successo qualcosa di veramente unico. Siamo onorati di aver partecipato a questa iniziativa e il Premio Forum PA Sanità 2019 ottenuto a inizio novembre è la conferma del suo successo. La tecnologia sta trasformando il modo di fare prevenzione, ricerca e cura nell’Healthcare. Dispositivi e applicazioni innovative permettono agli ospedali e ai centri di ricerca di essere più efficienti. Tutti accedono a un nuovo modo di comunicare che semplifica la raccolta dei dati e agevola l’aderenza alle cure. In ospedale, come a casa, il monitoraggio continua senza interruzioni e il digitale diventa un supporto prezioso alla prevenzione. La tecnologia consente anche di fare ricerca clinica d’avanguardia e di condividere informazioni in modo più strutturato, senza dimenticare il tema della sicurezza dei dati. Così, i medici possono ottenere e analizzare informazioni preziose, come mai prima. Il nostro obiettivo è quello di far conoscere i progressi e le potenzialità di queste tecnologie a ospedali e aziende, realizzando ciò che già in altri Paesi del mondo sta rivoluzionando l’Healthcare con risultati mai visti in precedenza”.

L’iniziativa ha posto particolare attenzione al trattamento dei dati personali; i tracciati sono infatti stati archiviati in modalità pseudo anonimizzata grazie all’iniziale riconoscimento del QR Code del paziente. Soltanto al personale medico incaricato di generare i referti (poi resi disponibili sulla piattaforma online dell’ospedale o agli appositi sportelli destinati alla consegna) è stato possibile accedere ai dati conservati in server protetti.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.