Apple Watch introduce ECG. Un altro passo verso un nuovo modo di salvaguardare la nostra salute?


Lo scorso 6 Dicembre 2018, Apple, la celebre casa californiana produttrice di smartphone e dispositivi indossabili, ha rilasciato ufficialmente watchOS 5.1.2, la più recente versione del sistema operativo che fino ad oggi ha caratterizzato gli Apple Watch della mela e che in questo suo ultimo update integra l’applicazione ECG (su Apple Watch Series 4) che permette di eseguire l’elettrocardiogramma.

Un’innovativa funzionalità mostrata dallo stesso CEO Tim Cook, allo Steve Jobs Theater dell’Apple Park il 12 Settembre 2018, in occasione della presentazione dell’Apple Watch Series 4, che però almeno attualmente è disponibile esclusivamente negli Stati Uniti e nei territori americani.

ECG, per merito di un nuovo sensore implementato e di particolari ellettrodi posizionati nella corona digitale, è in grado di monitorare il battito cardiaco e di identificare l’eventuale presenza di una fibrillazione atriale.

Per effettuare una registrazione ECG in qualunque momento o in seguito ad una notifica che segnala un’irregolarità del ritmo cardiaco, l’utente deve aprire la nuova app ECG in questione, su Apple Watch Series 4, e tenere il dito sulla corona digitale. In tal modo vengono misurati i segnali elettrici attraverso il proprio cuore.

   

Dopo circa 30 secondi, il ritmo cardiaco viene classificato come AFib, ritmo sinusale o inconcludente. Tutte le registrazioni e tutti i sintomi annotati vengono memorizzati in modo sicuro nell’app Salute su iPhone. Gli utenti possono condividere un PDF dei risultati con i medici.

La domanda che ci si pone è la seguente: possono strumenti del genere, salvare realmente delle vite?

A rispondere indirettamente, qualche mese fa, al quesito ci ha pensato Gaston D’Aquino, un settantaseienne di Hong Kong che lo scorso 1 Aprile 2018, durante la celebrazione della messa pasquale grazie al suo dispositivo wearable, ha scoperto un picco nella propria frequenza cardiaca e si è recato immediatamente in ospedale, dove dopo parecchi test, gli hanno comunicato che le sue arterie coronarie erano quasi completamente bloccate.

Oggi, dopo l’operazione, D’Aquino vive con una nuova prospettiva di vita, ha anche inviato una mail al CEO di Apple Tim Cook, per ringraziarlo, e continua a promuovere l’utilizzo di dispositivi del genere.

Inizialmente sviluppati con l’intento di fornire supporto agli smartphone, i wearable di Apple e di altri noti produttori mondiali, si stanno rivelando quindi molto utili per la salvaguardia della salute di chi li indossa.

E’ comunque importante tenere sempre presente che si tratta di device che in alcun modo possono sostituirsi all’intervento di un dottore.

Le nuove funzioni di salvaguardia della salute già integrate, e quelle che saranno sviluppate in futuro in questo settore, oltre a migliorare la vita degli utenti, potrebbero anche salvarla.

Come detto inizialmente, la funzione che avrebbe dovuto permettere ad Apple Watch Series 4 di eseguire l’elettrocardiogramma (ECG) è per adesso disponibile solo negli USA e nei territori americani, in quanto, l’ente statunitense per il controllo sanitario FDA (Food and Drug Administration) ha approvato il dispositivo Apple per questa funzione.

L’augurio di molti utenti è che presto questa possa essere disponibile anche In Italia e negli altri paesi, cosi da poter salvare qualche altra vita in più.

Si specifica infine per chiarezza, che la funzione “cardio­frequenzimetro elettrico” è presente come caratteristica nei dispositivi Apple Watch Series 4 venduti in Italia, ma non può effettuare ECG, in quanto al momento l’app che lo permette è disponibile solo negli Stati Uniti e quindi non abilitabile dal sistema operativo watchOS.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.