Rimborsi 28 giorni: da oggi TIM permette di richiedere il rimborso dalla propria Area MyTIM


Da oggi 1° Novembre 2019, come previsto, dalla propria area clienti MyTIM Fisso del sito ufficiale dell’operatore, i clienti TIM di rete fissa potranno richiedere il rimborso dei giorni illegittimamente erosi con la fatturazione a 28 giorni come previsto dalla delibera AGCOM.

Il cliente TIM, se non l’ha fatto prima, deve registrarsi a MyTIM con un indirizzo email che sarà la propria username, una password e la linea fissa o mobile che si intende registrare.

In funzione della modalità di connessione e del tipo di registrazione fissa o mobile verrà richiesto l’inserimento del codice fiscale o di un codice temporaneo inviato tramite sms. A seconda del tipo di registrazione e dei dati inseriti il cliente Tim avrà una visibilità diversa all’interno delle aree clienti.

Richiesta Rimborso Tim MyFisso 1

Si ringrazia Mario per la foto

   

I clienti TIM di linea fissa dall’area fai da te, come consigliato da un lettore della comunità di MondoMobileWeb, da oggi 1° Novembre 2019 possono richiedere il rimborso della fatturazione a 28 giorni rinunciando ad una serie di servizi aggiuntivi gratis per 6 mesi come misura di compensazione alternativa.

I già clienti TIM di linea fissa, quindi, non dovranno chiamare il Servizio Clienti 187 per farne richiesta, ma compilare un modulo presente nella sezione “Scrivici” dell’area fai da te MyTIM Fisso.

Richiesta Rimborso Tim MyFisso 2

Si ringrazia Mario per la foto

Nella schermata principale il cliente dovrà cliccare su “Chiedi informazioni“, poi successivamente selezionare “28 giorni – Richiedi rimborso in fattura TIM“, compilare un modulo scrivendo “Richiedo il rimborso economico da accreditare direttamente in fattura, per la fatturazione a 28 giorni ai sensi della delibera AGCOM n. 269/18/CONS“, indicare un proprio numero di telefono cellulare (anche di un altro operatore mobile) e una fascia di reperibilità per eventuale contatto da parte di un consulente TIM.

Richiesta Rimborso Tim MyFisso 3

Si ringrazia Mario per la foto

La delibera AGCOM n. 269/18/CONS prevede un ristoro tramite la posticipazione della data di decorrenza della fattura per un numero di giorni pari a quelli illegittimamente erosi. Il calcolo dei giorni di servizio che ciascun operatore dovrà riconoscere in fattura ai propri clienti dovrà riguardare il periodo compreso tra il 23 Giugno 2017 e la data in cui è stata ripristinata la fatturazione da 28 giorni a base mensile dopo l’intervento legislativo (nel caso di TIM il 31 Marzo 2018).

Le misure di compensazione e i rimborsi sul caso della fatturazione 28 giorni coinvolgono solo i clienti di rete fissa (sono esclusi i clienti di rete mobile come previsto dalla delibera).

L’operatore specifica che il rimborso sarà riconosciuto anche agli ex clienti TIM che sono stati attivi prima del 31 Marzo 2018 o che abbiano comunque cessato il proprio contratto successivamente al 23 Giugno 2017. La procedura della richiesta di rimborso tramite l’area web MyTIM Fisso è valida solo per i clienti attualmente attivi.

In alternativa ai rimborsi, TIM fino al 31 Marzo 2020 permette ai clienti coinvolti di chiedere come compensazione alternativa uno dei seguenti servizi per 6 mesi: TIMVISION, la TV on demand di TIM con diversi contenuti a disposizione; servizio “Chi è“, per visualizzare il numero del chiamante sul display del telefono di casa; Extra Voice, opzione per ottenere da casa le chiamate illimitate verso tutti i numeri di rete fissa e alcuni numeri di rete mobile nazionali; Voce Internazionale, per ottenere da casa le chiamate illimitate verso i telefoni fissi di Stati Uniti, Canada ed Europa occidentale; opzione Max Speed, che consente di aumentare la velocità della propria connessione in Misto Fibra Rame FTTC (XDSL) da 30 Mbps fino a 100 Mbps.

Molte associazioni dei consumatori sono contrarie al fatto che i principali operatori di rete fissa non permettono ai clienti coinvolti di richiedere il rimborso automatico.

L’avvocato Paolo Florio, rappresentante del Movimento Consumatori, in un’intervista rilasciata a MondoMobileWeb, si era espresso a tal proposito affermando che gli operatori dovrebbero sempre fare presente al cliente che il suo diritto a ottenere il rimborso è automatico e non richiede alcuna azione.

Si ringrazia Mario per le foto.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.