GO internet sceglie ZTE per la fornitura tecnica di base stations 5G-ready


Go Internet, società attiva nel settore dell’Internet Mobile, ha concluso con ZTE un accordo per la fornitura di base stations 5G-ready. Le nuove base stations verranno utilizzate, in un primo momento, per completare la migrazione dalla tecnologia Wimax alla tecnologia LTE della rete presente nella regione Marche.

Successivamente, le stesse base stations saranno utilizzate in modalità 5G, ciò semplicemente effettuando un upgrade.

Le nuove base stations ZTE consentiranno inoltre l’estensione dell’intera rete della Società con l’attivazione di nuove postazioni 5G sia nella regione Marche sia in Emilia Romagna.

Giuseppe Colaiacovo ha dichiarato: “L’accordo con ZTE è di assoluta importanza per GO internet nel contesto di un mercato molto orientato verso le reti 5G e consente una trasformazione tecnologica fondamentale con l’obiettivo di mantenere la Società fortemente competitiva“.

Grazie all’accordo di frequency sharing concluso nel 2018 con Linkem, le base stations ZTE potranno essere utilizzate con 80 Mhz di frequenza, permettendo così di aumentare la velocità e la capacità della rete.

   

ZTE

Hu Kun, Presidente di ZTE Western Europe e Amministratore Delegato di ZTE Italia, ha dichiarato: “Siamo molto onorati di servire GO internet per il nuovo network 5G. ZTE li sosterrà nella realizzazione di una nuova rete tecnologica, sicura e all’avanguardia; invitiamo inoltre GO Internet e gli stakeholder del Governo italiano a sperimentare le nuove connessioni 5G nel nostro Centro di Ricerca e Innovazione a L’Aquila, e a testare e verificare le apparecchiature nel nostro Cyber Security Lab di Roma“.

GO internet è stata assistita per gli aspetti legali dell’operazione da un team coordinato dall’Avvocato Carlo Riganti, managing partner di Starclex Studio Legale Associato.

Venerdì 27 settembre 2019, GO internet ha notificato, ai sensi e per gli effetti dell’articolo 1 bis del D.L. 15 marzo 2012, numero 21, un’informativa completa sui termini dell’Accordo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. A conclusione del procedimento così avviato, il Presidente del Consiglio dei Ministri, con decreto in data 15 ottobre 2019, ha esercitato i poteri speciali mediante l’imposizione alla Società di specifiche prescrizioni.

Comunicato Stampa

Go Internet, società italiana con sede a Gubbio, è attiva nel settore dell’Internet Mobile e del Fiber To The Home ed è titolare dei diritti d’uso delle frequenze nella banda 3.4-3.6 GHz nelle Marche e in Emilia Romagna. Nei giorni scorsi l’azienda ha mostrato i suoi ultimi ricavi e utili.

Nel corso del primo semestre, Go Internet ha dovuto sostenere il pagamento anticipato in un’unica soluzione del contributo al Ministero dello Sviluppo Economico per la proroga dei diritti d’uso fino al 2029, mentre l’operazione di aumento di capitale ha permesso a Linkem di divenire il primo azionista della società, con una quota del 21,22%.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.