Vodafone Action for 5G alla ricerca di progetti innovativi e soluzioni con un nuovo bando


Ieri, 3 Ottobre 2019, l’operatore telefonico Vodafone ha lanciato una nuova edizione dell’iniziativa Action for 5G per cercare progetti, soluzioni e innovazioni che mettano in campo almeno uno dei fattori 5G in determinati settori.

L’obiettivo del bando Action for 5G, giunto alla sua terza edizione, realizzato in collaborazione con PoliHub (incubatore del Politecnico di Milano e gestito dalla Fondazione Politecnico di Milano), è quello di stimolare e supportare la nascita di progetti innovativi che individuino nel 5G il fattore abilitante distintivo e più, in generale, di incidere sullo sviluppo dell’ecosistema 5G, contribuendo a definire gli standard futuri della nuova tecnologia.

Il bando offre finanziamenti e consulenza tecnico-progettuale sul 5G per lo sviluppo dei progetti presentati, offrendo anche l’accesso all’Open Lab di Vodafone Italia, al Campus Open Lab del Politecnico di Milano e agli spazi del Polihub dove sono state installate stazioni radio base 5G così da consentire, in tutti e tre i laboratori, lo sviluppo e il test in 5G dei prototipi ideati.

Vodafone Italia metterà a disposizione fino a 1 milione di euro per ciascun progetto selezionato, per un totale di 2,5 milioni di euro di investimento complessivo. Eventuale residuo potrà essere reinvestito nei successivi bandi Action for 5G oppure sui progetti che si sono particolarmente distinti nelle edizioni precedenti.

   

Action for 5G premia progetti e soluzioni particolarmente sinergici con la strategia di Vodafone Italia e Vodafone Group, concentrata sui seguenti settori: automotive; education; energy e smart grid; entertainment e gaming; healthcare; wellbeing e sport tech; logistics; retail e manufacturing; tourism; surveillance e security.

Oltre a dover incentrarsi su uno dei settori prioritari per Vodafone, i progetti dovranno mettere in campo almeno uno dei seguenti fattori 5Glatenza al millisecondo con soluzioni che richiedono comunicazioni affidabili e a bassa latenza; ultra mobile broadband con soluzioni che richiedono maggiore velocità di connessione in mobilità e banda di trasmissione elevata e, infine, elevata densità di connessioni con soluzioni che richiedono un grosso quantitativo di dispositivi o sensori connessi (da 100.000 a 1 milione di device connessi per chilometro quadrato) a basso consumo energetico.

E’ possibile candidare sia progetti già presenti sul mercato, dove il 5G migliora l’esperienza di utilizzo o abilita nuove funzionalità, che progetti ad uno stadio iniziale realizzabili solo con il 5G.

Il bando si rivolge a Startup già costituite con solide metriche (es. fatturato, clienti), Piccole e Medie Imprese (PMI) e Imprese Sociali operanti nei settori considerati di utilità sociale; tutti caratterizzati dal fatto di avere asset, risorse e team dedicati al progetto presentato. Non è consentita la partecipazione ai dipendenti di Vodafone Group, di Vodafone Italia e delle società dalla stessa controllate, collegate o partecipate.

Il bando Action for 5G si articola nelle seguenti fasi e tempi:

  • Raccolta delle candidature: fino alle 23:59 del 3 Febbraio 2020;
  • Valutazioni delle candidature e Preselezione: dal mese di Febbraio a Marzo 2020;
  • Progettazione in 5G: dal mese di Aprile a Luglio 2020;
  • Presentazione e selezione dei progetti Finalisti: Luglio 2020;
  • Sviluppo e Test in Lab: dal mese di Agosto a Dicembre 2020;
  • Selezione dei progetti Vincitori: Dicembre 2020;
  • Sviluppo Prodotto: da Gennaio 2021.

Per partecipare all’Action for 5G, la candidatura dei progetti dovrà essere inviata entro le ore 23:59 del 3 Febbraio 2020 sul sito ufficiale dell’iniziativa, dove si dovrà creare prima un account, compilando l’Application Form in tutte le sue parti.

Una volta creato l’account Action for 5G, sarà possibile iscriversi ad uno dei Workshop Action for 5G organizzati durante la fase di raccolta delle candidature, per acquisire il know-how di base sulla tecnologia 5G e confrontarsi con gli esperti Vodafone.

Il workshop si terrà dalle ore 9:30 alle 15 nelle seguenti date: 19 Novembre 2019 a Roma, via della Grande Muraglia 83; 26 Novembre 2019 a Milano in via Lorenteggio 240 ed il 14 Gennaio 2020, sempre a Milano.

I progetti migliori entreranno nella fase di Progettazione in 5G, per poi accedere ad un primo round di finanziamento al fine di sviluppare l’idea progettuale in ottica 5G. Al termine di questa fase, prevista per il mese di Luglio 2020, i progetti saranno ulteriormente valutati da un Board che selezionerà i finalisti più innovativi e strategici che potranno accedere alla successiva fase di Sviluppo e Test in Lab, dove i partecipanti riceveranno un secondo finanziamento per sviluppare un prototipo funzionante in tecnologia 5G.

Al termine di questa ulteriore fase, i team saranno chiamati a presentare, al Comitato di Valutazione e al Board, il proprio prototipo funzionante realizzato utilizzando la tecnologia 5G presso il Vodafone Village a Milano, con l’obiettivo di dimostrarne le funzionalità chiave abilitate dal 5G e la user experience end-to-end. Il Board selezionerà i progetti vincitori che accederanno alla fase di Sviluppo Prodotto e al finanziamento fino a 1 milione di euro.

Ecco il comunicato stampa ufficiale di Vodafone del 9 Ottobre 2019:

“Vodafone Italia lancia il terzo bando “Action for 5G” dedicato alle startup, piccole e medie imprese e imprese sociali che vogliono contribuire con le loro idee innovative allo sviluppo del 5G in Italia. Anche quest’anno Vodafone mette a disposizione 2,5 milioni di euro al fine di supportare le imprese selezionate nello sviluppo del proprio progetto in ottica 5G.

Da oggi e fino al 3 febbraio 2020, sarà possibile sottoscrivere la candidatura attraverso il sito: www.actionfor5g.it. Inoltre, una volta creato il proprio account, startup e imprese interessate potranno iscriversi a uno dei Workshop Action for 5G organizzati da Vodafone presso le proprie sedi di Milano e Roma: un’occasione per saperne di più sulla tecnologia 5G, confrontarsi con gli esperti di Vodafone e avere maggiori informazioni per perfezionare la propria candidatura al bando.

I progetti, nei settori sanità e benessere, mobilità e trasporti, manifattura e industria 4.0, education e entertainment, smart energy, sicurezza e sorveglianza, dovranno utilizzare almeno una delle caratteristiche distintive del 5G: velocità di connessione fino a 10 Gigabit al secondo, latenza sotto i 10 millisecondi, elevata densità di connessioni.

I migliori progetti entreranno nella fase di “Progettazione in 5G” a partire da aprile fino a luglio 2020 e accederanno a un primo round di finanziamento per sviluppare l’idea progettuale in ottica 5G supportati da esperti di Vodafone. I progetti saranno valutati da un Board, costituto da membri di Vodafone Italia, Politecnico di Milano e venture capitalist, che selezionerà i finalisti più innovativi e strategici che potranno accedere alla successiva fase di “Sviluppo e Test in Lab” da agosto a dicembre 2020. In questa fase, i finalisti riceveranno un secondo finanziamento per supportare lo sviluppo di un prototipo funzionante in 5G, ultimo step prima della selezione finale. Ai vincitori Vodafone erogherà fino a 1 milione di euro di finanziamento per il completamento dello sviluppo e per l’ottimizzazione e ingegnerizzazione della soluzione ai fini del lancio commerciale.

“Action for 5G” è il terzo di quattro bandi annuali che Vodafone, in collaborazione con PoliHub – l’incubatore del Politecnico di Milano gestito dalla Fondazione Politecnico – promuove nell’ambito della sperimentazione 5G del Ministero dello Sviluppo Economico a Milano, per un investimento complessivo di 10 milioni di euro. Dal 2017 a oggi sono già sei i progetti finanziati attraverso i primi due bandi negli ambiti robotica, mixed reality e real time collaboration dove il 5G ha introdotto funzionalità avanzate e nuovi modelli di business.

I vincitori del primo bando, Math&Sport e weAR, hanno disegnato e realizzato un primo prototipo in 5G e stanno ora completando le attività di sviluppo e validazione del prodotto per essere pronti a scendere in campo con i primi piloti commerciali. Il secondo bando è ancora in corso e sono stati selezionati due finalisti, Artiness e Gobee, che sono appena entrati nella fase di prototipazione in 5G.

Le startup finanziate hanno inoltre avuto accesso al know-how tecnico-specialistico e di business di un team di esperti 5G di Vodafone, la possibilità di accedere all’Open Lab 5G di Vodafone Italia con rete e terminali 5G a disposizione per testare e sviluppare la propria soluzione e un coaching dedicato allo sviluppo del piano di business da parte del PoliHub.”

In questi ultimi giorni, si è parlato molto della rete di quinta generazione con Game Now, la piattaforma gaming 5G di Vodafone, lanciata in anteprima al Milan Games Week.

Proprio in questa manifestazione, Sabrina Baggioni, 5G Program Director di Vodafone, ha affermato, in un’intervista a MondoMobileWeb, che le prossime applicazioni pratiche coinvolgeranno anche il settore della mobilità (guida autonoma in piena sicurezza), della sanità (interventi chirurgici da remoto) e dell’education (lezioni con strumenti di realtà aumentata e virtuale.

Aggiornamento

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.