Reti 5GVodafone

Vodafone Action for 5G: il 31 Gennaio 2019 scadrà il termine per le candidature

Nel mese di Ottobre 2018 Vodafone aveva lanciato il suo secondo bando Action for 5G rivolto alle start up e alle piccole e medie imprese per la collaborazione nello sviluppo della nuova tecnologia.

La scadenza relativa alle domande di partecipazione era stata fissata al 31 Gennaio 2019 e, essendo ormai vicina, sul sito apposito di Vodafone dedicato al bando Action for 5G, vodafone5g.it, è stato inserito un conto alla rovescia che segna il tempo a disposizione per gli aspiranti prima della chiusura dei termini.5G

I settori che verranno preferiti riguardano l’agricoltura e il precision farming, la formazione 4.0, l’intrattenimento, la sicurezza, la logistica, l’automotive, l’energia, la salute, il benessere, le assicurazioni, il retail e infine gli ambiti di smart building, smart home e smart city.

Inoltre, i progetti che dovranno essere presentati entro il 31 Gennaio 2019 dovranno basarsi almeno su uno dei fattori fondamentali del 5G, cioè la velocità di connessione in mobilità elevata con 10-100Mbps per utente con picchi da 1-20Gbps, la connessione tra dispositivi diversi e la bassa latenza.

Ai progetti vincitori del bando verranno offerti da Vodafone dei finanziamenti e la consulenza di tipo tecnico al fine di poter sviluppare le idee proposte. Ogni progetto potrà ricevere fino ad un milione di euro, per un totale di 2.5 Milioni di euro complessivi, senza obbligo di restituzione.5G Action Vodafone

Le start-up e le imprese vincitrici, inoltre, potranno usufruire dell’accesso agli Open Lab Vodafone Italia, al Campus Open Lab del Politecnico di Milano agli spazi del Polihub grazie ai quali si potranno sviluppare e testare i prototipi 5G direttamente dove sono state già installate le stazioni radio di base.

Al fine di poter valutazione i progetti che verranno presentati, sul bando Vodafone sono stati esposti anche i criteri di selezione che serviranno come metro di giudizio e riguardano, per prima cosa, l’utilizzo della tecnologia 5G in qualità di fattore abilitante e distintivo utile al fine di massimizzare l’efficacia del prodotto/servizio, per far nascere nuovi ambiti o settori di uso, per espandere le potenzialità del mercato, per dare il via a nuovi servizi.

Il secondo criterio riguarda il grado di innovatività a livello tecnologico e a livello di business dell’idea presentata; il terzo criterio è relativo alla concreta fattibilità tecnica con il testing della soluzione e il prototipo che potrà essere testato durante il corso del bando. Un altro importante punto sarà la sostenibilità a livello economico, come anche assumono un particolare peso le competenze, la qualità e il commitment del team che lavora al progetto.5G

Gli ultimi criteri restanti sono la scalabilità e la replicabilità del progetto, in modo che questo possa essere riprodotto facilmente, la concretezza del piano operativo di lavoro e, infine, la misurabilità del KPI (Key Performance Indicator) del piano.

I progetti selezionati da Aprile fino a Giugno 2019 accederanno alla fase “Progettazione in 5G” accedendo subito dopo ad un primo finanziamento per lo sviluppo progettuale. Successivamente, i progetti verranno valutati al fine della selezione dei finalisti dalle caratteristiche più innovative e strategiche che, a questo punto, entreranno nella fase “Sviluppo e test in Lab” tra Agosto e Dicembre 2019.

In questa fase i progetti riceveranno un secondo round di finanziamenti utili per lo sviluppo del prototipo 5G funzionante, che rappresenta anche l’ultima fase della selezione finale. Coloro che risulteranno vincitori riceveranno fino ad un milione di euro, capitale che sarà utilizzato per il lancio commerciale del prodotto e per lo sviluppo del business ad esso collegato.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button