Il futuro con il 5G secondo TIM: telemedicina, mobilità e Industria 4.0


Nel corso dell’evento di presentazione del suo 5G a Roma, TIM si è anche soffermata sulle innumerevoli applicazioni pratiche che la nuova tecnologia porterà in Italia già dal suo esordio. Lorenzo Forina e Carlo Nardello, rispettivamente CRO e Chief Strategy del Gruppo, hanno approfondito la questione.

Come sottolinea Lorenzo Forina, il 5G è una tecnologia complicata, che permetterà però alle persone e alle famiglie di godere di grandi semplificazioni nella vita quotidiana:

“Pensate alle città, autobus e mezzi pubblici che possono arrivare sempre in orario, che le persone sanno dove sono e possono gestire. Pensate alla raccolta dei rifiuti, una cosa smeplice che verrà automatizzata e resa disponibile in modo semplice per grandi numeri di persone. Pensate alla sanità, alla possibilità di ricevere una visita o attendere un’operazione da un chirurgo molto bravo e molto lontano, senza che questo voli da voi o voi voliate da lui.”

Con riferimento alle parole di Lorenzo Forina relativamente al controllo del traffico, in basso si mostra una foto del sistema Smart City Control Room che permette di ottenere tutte le informazioni utili in tempo reale relativamente ai mezzi pubblici attivi in una determinata area metropolitana.

   

Il tema della rivoluzione portata dal 5G è stato affrontato a lungo nella giornata di ieri anche nella sua componente più immediata, vale a dire considerando esclusivamente l’elevata velocità di download e la latenza estremamente ridotta, che aprono la strada a nuove applicazioni in campo consumer e multimediale.

TIM ha messo a disposizione dei visitatori diversi use cases che sfruttano proprio le pure prestazioni della rete 5G. Un esempio è quello rappresentato dal cloud gaming ad altissima definizione, oppure dalle visite guidate in realtà virtuale.

Carlo Nardello ha tenuto a sottolineare come il 5G non sia un’evoluzione, ma una rivoluzione nel mondo delle telecomunicazioni, in quanto riduce la latenza e incrementa la velocità:

“C’è un collegamento importante tra telco e cloud; questo permetterà di rendere possibile quello che fino a ieri era impossibile, sia per quanto riguarda gli utenti consumer che per le industrie”.

In tal senso, TIM ha anche mostrato alcuni use cases legati al mondo dell’industria, che sfruttano la bassissima latenza per l’automazione industriale nelle catene di montaggio.

Il robot mostrato nella foto in alto permette, grazie a un controllo da remoto, di svolgere delle funzioni ad altissima precisione e con un rischio di errore minimo. Il futuro presentato da TIM è quello di un sistema industriale totalmente automatizzato, con intere catene di montaggio che possano essere controllate agevolmente da remoto attraverso un semplice laptop o tablet.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.