Open Fiber: presto la banda ultra larga anche per i cittadini di Pomezia


Open Fiber, entro il 2020, realizzerà a Pomezia un’infrastruttura di rete in fibra per offrire ai cittadini, ai privati e all’amministrazione pontina una connettività ultra veloce ad 1 Gbps, con un investimento di circa 7 milioni di euro per coprire oltre 20.000 unità immobiliari.

Attraverso un comunicato stampa pubblicato oggi, 18 Aprile 2019, Open Fiber, azienda posseduta dal 50% da Enel e 50% da Cdp (Cassa depositi e prestiti) che negli ultimi anni si è occupata di cablare la fibra ottica in tutto il paese, ha dichiarato che è stato firmato il progetto volto ad istallare un’infrastruttura che permetta, agli abitanti di Pomezia, il collegamento in modalità FTTH (Fiber To The Home).

Questa tipologia di rete, che verrà installata sul territori comunale, garantisce una maggiore affidabilità di  connessione, un bassa latenza e una velocità massima di 1 Gigabit per secondo.

   

Il progetto è stato illustrato dal sindaco Adriano Zuccalà, dall’Assessore ai Lavori Pubblici Federica Castagnacci e dai rappresentanti di Open Fiber Roberto Moretti, Regional Manager Lazio, e Paola Martinez, responsabile Affari Istituzionali territoriali.

A commentare la partnership è stato Roberto Moretti, dichiarando che:

“Finalmente anche i cittadini di Pomezia potranno beneficiare di una connessione ultrarapida e affidabile, in grado di generare benefici di ogni tipo per cittadini e imprese: dallo streaming HD alla telemedicina, dai servizi bancari e amministrativi fino al telelavoro e alla mobilità. Per la posa della fibra utilizzeremo infrastrutture già esistenti o tecniche innovative di scavo per ridurre al minimo i possibili disagi”.

Per agevolare i lavori d’installazione, Open Fiber e l’amministrazione del comune laziale hanno siglato un accordo volto a favorire il riutilizzo di infrastrutture pubbliche esistenti e, da parte di Open Fiber, il cablaggio a titolo completamente gratuito di  50 sedi della pubblica amministrazione pontina.

I lavori dovrebbero cominciare nell’estate 2019 per poi concludersi entro la fine del 2020, salvo eventuali cambiamenti e ritardi. Open Fiber ricorda che quando i lavori saranno conclusi, l’utente dovrà contattare un provider che possa fornirgli la connessione ad internet con questa tecnologia, scegliendo il piano tariffario più consono alle proprie esigenze, poiché l’azienda è un operatore wholesale only.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.