Open Fiber: iniziano i lavori per installare la banda ultra larga a Civitavecchia


Entro la fine del 2020, il comune di Civitavecchia in provincia di Roma,  sarà fornito di una rete in fibra ottica per la banda ultra larga. Ad occuparsi dell’installazione sarà Open Fiber, investendo sul territorio comunale e cablando circa 17 mila immobili.

Venerdì 28 Febbraio 2019, tramite un comunicato stampa, Open Fiber ha annunciato di voler implementare, nel comune di Civitavecchia, la tecnologia FTTH (Fiber to the home) per permettere agli abitanti di potersi connettere dal proprio immobile direttamente alle connessioni in fibra ottica.

Nel comune laziale saranno collegate 17 mila unità immobiliari, tra abitazioni e uffici, attraverso una rete di 120 chilometri di fibra ottica.

   

Open Fiber, azienda posseduta dal 50% da Enel e 50% da Cdp (Cassa depositi e prestiti) negli ultimi anni si è occupata di cablare la fibra ottica in gran parte del paese, creando un’infrastruttura nazionale che coinvolge 271 città italiane con un investimento diretto dell’azienda e oltre 7000 comuni di piccole e medie dimensioni come concessionario Infratel (società italiana che opera nel settore delle telecomunicazioni per il Ministero dello sviluppo economico).

Riguardo al progetto si esprime il Sindaco di Civitavecchia Antonio Cozzolino:

“Migliorare la connettività di Civitavecchia era uno dei tanti ambiziosi obiettivi che ci eravamo proposti al momento del nostro insediamento, e con soddisfazione posso dire che ce la stiamo facendo […]. La sinergia con un partner importante come Open Fiber conferma che Civitavecchia è tornata ad attrarre investimenti seri ed aziende importanti, aspetto di cui non posso che essere orgoglioso. Grazie a questi lavori miglioreranno le condizioni del mercato, a beneficio di tutti, e potremo implementare alcuni servizi importanti per la comunità come la connettività nelle scuole o la tecnologia per la videosorveglianza delle zone a traffico limitato”.

Di seguito, commenta il delegato di Open Fiber Roberto Moretti:

“Ringraziamo l’Amministrazione Comunale e gli uffici tecnici per il supporto al progetto. Cercheremo di arrecare meno disagi possibili alla popolazione riutilizzando cavidotti e infrastrutture esistenti per più del 40% del progetto in modo da limitare gli scavi […]. Una volta conclusi i lavori, i cittadini non dovranno fare altro che contattare un operatore, scegliere il piano tariffario e navigare ad alta velocità, cosa impossibile con le attuali tecnologie in uso”.

La fibra ottica sarà un passo in avanti, non solo per privati e imprese, ma anche per la Pubblica Amministrazione, che subirà un processo di digitalizzazione e favorirà il recupero di competitività del sistema Paese e, in particolare, l’evoluzione verso Industria 4.0.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.