Operatori VirtualiTelecomunicazioni

SimPiù di DigiTel Italia chiude ufficialmente: la storia dei tesi rapporti con TIM

Gli ultimi mesi, anche a causa di una concorrenza molto più tesa rispetto agli anni precedenti, hanno visto la scomparsa o il repentino decadimento di alcuni piccoli operatori virtuali. Oltre alla chiusura annunciata di Erg Mobile e Ringo Mobile, anche SimPiù sembrava non dare più alcun segnale di vita. E adesso, secondo fonti verificate, SimPiù cessa ufficialmente la sua attività come operatore virtuale.

Un noto operatore italiano ha infatti inviato alla sua forza vendita una comunicazione in cui si annuncia la chiusura di SimPiù, oltre che di Ringo Mobile.

L’operatore virtuale SimPiù era stato lanciato da Digitel Italia nella fine del 2016, con offerte per clienti business e consumer basate sulla rete di appoggio di TIM e su una piattaforma tecnologica proprietaria.

La SIM era acquistabile presso alcuni rivenditori fisici, mentre la ricarica poteva essere effettuata presso l’area dedicata del sito ufficiale.

Digitel Italia S.p.A. era invece un operatore autorizzato già dal 1999, con sede legale a Firenze, che si appoggiava a resellers locali e che aveva stipulato una serie di accordi con TIM.

Tuttavia, nel corso del 2017 iniziarono i primi problemi. Digitel Italia ricevette nel Febbraio del 2017 la prima diffida ad adempiere da parte di TIM, per una serie di pagamenti di  fatture pregresse per servizi wholesale e per il provisioning.

TIM bloccò così per la prima volta l’operatore, che si rivolse immediatamente all’AGCOM. Nell’Aprile del 2017, l’Autorità ordinò un pagamento a parziale compensazione dei servizi, chiedendo d’altra parte a TIM di riabilitare Digitel per un periodo di 3 mesi.

Tuttavia, pochi mesi dopo, nel Settembre del 2017, TIM decise di informare nuovamente l’Autorità della situazione debitoria, inviando anche una seconda diffida ad adempiere. In questo caso, TIM intimava a Digitel Italia di comunicare ai clienti l’avvenuta cessazione del rapporto contrattuale in caso di mancato adempimento alla diffida.

Il Giudice del Tribunale Ordinario di Roma, interpellato da Digitel Italia, aveva inoltre deciso di escludere la condotta contraria a correttezza e buona fede in capo a Telecom. Così, le linee di Digitel vennero disattivate il 10 Novembre 2017.

L’AGCOM pubblicò una delibera per cercare di ridurre i danni per i clienti dell’operatore, invitando la società, tra le altre cose, a fornire ai clienti un’adeguata informazione sulle modalità con cui essi potevano migrare verso altro operatore.

Un comunicato di Digitel sull’interruzione dei servizi da parte di TIM.

Le conseguenze dei rapporti tra Digitel Italia e TIM continuano a farsi sentire. È dell’Ottobre del 2018 la delibera dell’AGCOM su una controversia tra un utente e Digitel Italia, che non avrebbe posto in essere alcuna azione al fine di evitare disservizi ai propri clienti.

Per questo motivo, la società è stata tenuta a pagare un indennizzo, aggravato dal fatto che l’istante aveva perso anche la disponibilità della sua utenza telefonica fissa.

Già nel mese di Gennaio 2019, il sito dell’azienda non era più disponibile e il numero di telefono della sede legale di Firenze era stato disattivato. Destino simile per SimPiù, i cui numeri di assistenza non sono più attivi. Anche il sito web di SimPiù non risulta più esistente, rendendo impossibile ogni tentativo di contatto da parte degli utenti.

La pagina Facebook di Digitel Italia, invece, è aggiornata agli ultimi mesi del 2017, quando, come sopra esposto, l’operatore aveva subito l’interruzione del servizio. In quelle circostanze, erano stati rilasciati anche alcuni comunicati stampa, in cui Digitel Italia condannava l’operato di TIM e dichiarava di impegnarsi per far fronte alla spiacevole situazione. Dopo, silenzio.

Erg Mobile, invece, ha annunciato la sua chiusura ufficiale per il 31 Marzo 2019, invitando in anticipo i clienti ad effettuare la portabilità, mentre Ringo Mobile ha comunicato di voler chiudere il 31 Dicembre 2018, permettendo però ai clienti di richiedere la portabilità e disattivando man mano le sue linee anche dopo il termine fissato. Secondo le medesime fonti verificate, anche Ringo Mobile ha ufficialmente cessato la sua attività.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button