Andrea Perocchi non è più CEO di NoiTel Italia: subentra Marco Iannucci, già CEO di Clouditalia


Andrea Perocchi non è più l’Amministratore Delegato di Noitel Italia. Dopo una lunga carriera, Perocchi lascia la guida dell’operatore da lui stesso lanciato, che passa in mano a Marco Iannucci, già CEO di Clouditalia.

Clouditalia Telecomunicazioni è stata fondata nell’estate del 2012 e si è da subito specializzata nell’offerta di servizi di telecomunicazione e cloud computing rivolti essenzialmente alle PMI. Con una rete proprietaria di oltre 15.000 km di fibra ottica e alcuni Data Center ad Arezzo, Roma e Milano, Clouditalia è stata particolarmente apprezzata da Irideos, che ne ha perfezionato l’acquisizione nel mese di Dicembre del 2018.

Così facendo, Irideos ha avuto modo di arricchire la sua dotazione infrastrutturale in fibra ottica e anche in termini di data center, raddoppiando di fatto la sua copertura, che include adesso anche un’importante tratta tra Bologna e Bari.

Con questa acquisizione, dunque, F2i detiene adesso il controllo esclusivo indiretto di Clouditalia, che controlla a sua volta Noitel Italia, operante anche nei mercati di rete fissa e mobile. Andrea Perocchi era tuttavia rimasto alla guida di Noitel Mobile anche dopo la cessione a Clouditalia.

   

Ma adesso la situazione è cambiata: a poche settimane dall’ufficializzazione dell’acquisizione, secondo fonti verificate, Andrea Perocchi non è più CEO di NoiTel Italia. Al suo posto, è subentrato Marco Iannucci, che era già consigliere dell’azienda.

Andrea Perocchi è stato CEO di Noitel dall’Agosto del 2017 e Direttore Generale dal Gennaio del 2014. Figlio di imprenditori, ha sempre lavorato nel mercato delle telecomunicazioni, già dal 1994. La sua carriera è indissolubilmente legata a TIM, in cui Perocchi è entrato nel 1997, inizialmente come IT Project Manager e, successivamente, come Engineering Technical Specialist.

Il suo successore nel ruolo di AD di Noitel Italia è il CEO di Clouditalia dal 2013, Marco Iannucci. Prima di questo ruolo, Iannucci è stato Presidente di Etruria Telematica, di Xenesys e di Bizeta Retail Solutions, oltre che membro del Consiglio di Amministrazione di Fondazione Sistema Toscana e Skynet Technologies.

L’anno di Noitel Italia inizia dunque con un importante mutamento, che non sarà il solo. Infatti, l’operatore mobile virtuale ha deciso di cambiare piattaforma, passando da Nòverca a Plintron con la rete Vodafone in 4G, che arriverà nella primavera del 2019.

Gli obiettivi di NoiTel Mobile saranno lo sviluppo di nuovi servizi per il segmento mobile e l’acquisizione di un’importante fetta di mercato come MVNO.

Marco Iannucci Andrea Perocchi CEO NoiTel

Marco Iannucci, nuovo CEO di NoiTel Italia

Proprio in occasione di tale notizia, resa nota il 5 Dicembre 2018, Andrea Perocchi aveva commentato annunciando grandi cambiamenti e risultati per il 2019, con nuove offerte anche nel mercato business e soluzioni IoT.

Marco Iannucci, il nuovo Amministratore Delegato, aveva invece sottolineato come per Noitel sia adesso necessario spingere verso numeri importanti sul mercato B2C, utilizzando il volano del mobile, considerato come uno strumento di grande valore commerciale e comunicativo.

Anteprima MondoMobileWeb

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.