Fibrapp, l’app per la verifica della copertura in fibra, chiude i battenti: nasce una petizione online


L’applicazione per dispositivi android chiamata Fibrapp, utilizzata per un anno dagli utenti interessati a verificare la copertura in fibra ottica nella propria zona, ha recentemente chiuso a causa di quelle che sono state presentate come delle divergenze con l’operatore TIM.

Una petizione online voluta dagli utenti per far riaprire il servizio fa riferimento a una diffida in cui TIM rende nota la sua contrarietà all’utilizzo dei dati di copertura disponibili in rete. A causa di ciò, l’applicazione sembrerebbe non poter più operare, ragion per cui sul sito change.org si è chiesto di firmare la petizione al fine di permettere a Fibrapp di tornare disponibile, dopo aver preso tutti gli accorgimenti necessari per ottenere un’autorizzazione da parte di TIM.

L’App era stata resa disponibile gratuitamente per il download sui dispositivi Android nel mese di Settembre del 2017. A Dicembre 2018, dopo poco più di un anno, era riuscita a superare i 140.000 download, con una media di 2500 utenti attivi ogni giorno.

Lo scopo del fondatore, il giovane Marco Trusolino, era quello di fornire uno strumento utile per gli utenti che volessero avere un’idea chiara del contesto infrastrutturale in cui la propria abitazione è situata.

   

Fibrapp sfruttava i dati di TIM, pubblicati in una pagina del sito con cadenza regolare. Già da qualche tempo, però, nella pagina wholesale di TIM, sezione coperture, è presente una breve nota in cui si sottolinea come i dati e le informazioni contenute nei file presentati siano di proprietà di TIM, che limita l’utilizzo esclusivamente agli operatori, e solo per determinate finalità.

Fibrapp petizione

Nota di TIM all’interno del suo sito wholesale

Inoltre, TIM scrive che:

 non è consentito registrare tali contenuti su alcun tipo di supporto, riprodurli, copiarli, pubblicarli e utilizzarli a meno di preventiva autorizzazione scritta.

Al lancio, l’applicazione mostra ora un avviso in cui si legge: “Fibrapp purtroppo ha dovuto chiudere, per volontà di TIM. Firma anche tu la petizione, aiuta l’app a tornare online”.

L’avviso presente nell’App, in cui si rendirizza alla petizione online firmata già da numerosi utenti. Si ringraziano Alessandro e Lorenzo per la foto.

La redazione della Testata Giornalistica MondoMobileWeb ha contattato lo sviluppatore Marco Trusolino, il quale ha confermato la diffida ricevuta da TIM, precisando che la petizione è stata aperta da un utente dell’App. Trusolino ha poi aggiunto:

“Fibrapp era nata per semplificare l’user experience di chi volesse informarsi e scegliere con criterio. In questi giorni sto ricevendo, con soddisfazione, molte dimostrazioni anche da parte di operatori e tecnici sul campo che si affidavano all’app per svolgere quotidianamente il loro lavoro. Mi sono ovviamente adeguato subito a quanto comunicatomi ufficialmente, ma sarei ben felice qualora si potesse giungere ad una soluzione, anche con i dovuti adeguamenti o eliminando quanto non consono.”

La petizione avviata su change.org conta attualmente oltre 3242 firme.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.