Rimodulazioni Tim: domani 1° Novembre 2018 scattano gli aumenti su alcune tariffe di rete fissa


Domani 1° Novembre 2018, come anticipato, alcuni clienti TIM di rete fissa saranno coinvolti dalle rimodulazioni tariffarie previste. Queste modifiche seguono quelle già entrate in vigore il 1° Luglio 2018 e annunciate lo scorso Maggio 2018 ad alcuni clienti di rete fissa.

L’importo degli aumenti è stato calcolato dall’operatore TIM in maniera variabile in base al costo attuale di ogni singola offerta. Le offerte della gamma Internet Senza Limiti aumentano da 0,81 euro a 1,58 euro al mese. TIM Smart (new) aumenta di 1,90 euro al mese. Le offerte della gamma Tim Smart (old) aumentano da 0,27 euro a 1,49 euro al mese. I clienti Tutto Voce avranno invece un aumento di 1,24 euro al mese.

Secondo fonti verificate, queste modifiche valgono per tutte versioni delle offerte, attivate anche con eventuali promozioni, ad eccezione di TIM Smart Fibra Edition e Tutto Voce Super Special, che invece rimarranno invariate.

Dal 1° Novembre 2018 i clienti TIM con la tariffa Alice Casa Power o Plus, invece, subiranno una diminuizione del prezzo mensile da 4,16 euro a 2,52 euro.

   

Inoltre, sempre a partire da domani 1 Novembre 2018 e per tutti i clienti che ne fanno uso, anche il costo del servizio di produzione e spedizione della fattura cartacea aumenta e passerà da 2 euro a 2,50 euro. In questo caso è possibile eliminare questo costo sfruttando il servizio gratuito “Conto online“, per ricevere comodamente tramite e-mail la fattura in PDF.

TIM ha inviato ad alcuni clienti anche una comunicazione relativa ad una modifica sulla fruizione di contenuti del servizio TIMVISION e del servizio “A Noleggio“.

Se il cliente non intendesse accettare le variazioni sopra indicate, sarà possibile recedere dal contratto ai sensi dell’articolo 70, comma 4, del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, senza penali o costi di disattivazione. Il termine per comunicare il proprio recesso è fissato al 31 Ottobre 2018.

Per esercitare il diritto di recesso occorrerà fare richiesta dall’area clienti MyTIM Fisso, oppure scrivendo alla Casella Postale 111-00054 Fiumicino (Roma) o tramite PEC all’indirizzo dedicato disattivazioni_clientiprivati@pec.telecomitalia.it.

Alcuni lettori di MondoMobileWeb segnalano disservizi nell’utilizzo di quest’ultima PEC, in alternativa il Servizio Clienti 187 consiglia la seguente PEC: telecomitalia@pec.telecomitalia.it

Sarà inoltre possibile chiamare il servizio clienti di rete fissa al numero 187 (come viene indicato nel sito ufficiale dell’operatore) oppure recarsi direttamente in un negozio TIM diretto (no negozi in franchising). L’invio tramite posta o PEC necessita anche di una fotocopia del documento d’identità del titolare, da allegare.

Ecco un esempio:

Alla cortese attenzione di codesta società Tim S.p.A.
Oggetto: Modifica delle condizioni contrattuali

Il/la sottoscritto/a XXXXXXXXXXXXX, nato/a a XXXXXXX il XX.XX.XXX e ivi residenti in XXXXXXXXXXXXX,

COMUNICA

di esercitare il diritto di recesso dal contratto di servizio di telefonia fissa sulla linea telefonica 0XXXXXX senza penali né costi di disattivazione, ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, in seguito alla Vs. comunicazione di modifica unilaterale delle condizioni contrattuali specificata in allegato alla fattura n. XXXXXXX, emessa il XX.XX.20XX.
Con la presente, il/la sottoscritto/a comunica di effettuare il passaggio ad altro operatore e di voler saldare in un’unica soluzione le rate residue della vendita inclusa nel contratto del dispositivo Smart Modem.
Si allega alla presente copia del documento di identità e del codice fiscale.
Cordiali saluti.
XXXXX, li _________________________

In Fede (Firma)

Come sempre, se dovessero essere attivi anche dei pagamenti rateali sulla stessa linea, sarà possibile scegliere se continuare a pagare le rate fino alla scadenza oppure saldarle in un’unica soluzione. Tale scelta andrà evidenziata nella comunicazione di recesso.

Anche se l’offerta dovesse avere un vincolo temporale di permanenza non verranno comunque addebitati gli importi previsti per cessazione anticipata.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.