Aduc: “Troppi operatori telefonici abusano delle rimodulazioni”


Piero Moretti, vicepresidente dell’ADUC, oggi 2 Maggio 2017 ha pubblicato un comunicato stampa contro l’abuso delle modifiche unileterali del contratto da parte degli operatori di telefonia.

Piero Moretti, vicepresidente dell’Associazione per i Diritti degli Utenti e Consumatori, dichiara:Molti dei grandi operatori telefonici italiani sembrano aver preso il vizietto di modificare di continuo, in modo unilaterale, i contratti in essere con gli utenti. E’ pur vero che la legge, inspiegabilmente, glielo consente a determinate condizioni: devono darne comunicazione agli utenti, i quali potranno avere un periodo di almeno trenta giorni per non accettare le modifiche e recedere senza alcun costo (Codice comunicazioni elettroniche, articolo 70). Ma la frequenza con cui ormai accade, unitamente ad una normativa chiaramente sbilanciata a favore delle compagnie telefoniche, sta diventando un serio problema per gli utenti.”.

Per esempio, nel mese di Aprile 2017 tutti gli operatori di telefonia mobile di rete, hanno deciso di utilizzare il codice delle comunicazioni elettroniche per loro modifiche unilaterali.

Il vicepresidente dell’ADUC si rivolge anche al problema delle modifiche unilaterali della rete fissa, in questo caso la comunicazione è possibile con un messaggio riportato sulla fattura, di solito nelle ultime pagine in mezzo ad altre comunicazioni che in pochi leggono.

Piero Moretti scrive: “Anche quei pochi utenti che si accorgono in tempo delle modifiche tariffarie ed esercitano il diritto di recesso oppure cambiano gestore, ricevono spesso fatture contenenti costi (vietati) per recesso anticipato. Questo li costringe poi a doversi attivare per contestare quelle fatture e ottenere il rimborso (con diffide, tentativo di conciliazione, ecc.). Insomma, un vero percorso ad ostacoli per il consumatore, esasperato come detto dalla ormai vorticosa frequenza con cui le tariffe vengono variate da alcuni gestori telefonici, spesso in concomitanza tra loro.”

Qualora l’operatore addebiti costi di recesso anticipato nonostante la modifica unilaterale del contratto,  l’ADUC consiglia di fare una segnalazione all’AGCM (Antitrust italiana) per pratica commerciale scorretta e una segnalazione anche all’AGCOM. Successivamente, consiglia di non pagare gli importi dovuti (anche attraverso la revoca della domiciliazione bancaria o postale se è utilizzata) e inviare una diffida all’operatore per intimarne lo storno, oltre a richiedere un congruo risarcimento per le spese e per il tempo perduto. Se il problema persiste, si dovrà tentare la concilazione al Corecom.

Fonte

 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter, Google+ e iscriviti gratis nel nostro canale @mondomobileweb dell'App Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale.

Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze (rispettando il regolamento e il buon senso)! Grazie in anticipo a tutti i visitatori di MondoMobileWeb.it che ci informano aiutando così il consumatore.



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus


  • Giaco

    appunto retifichiamo l’articolo 70…

  • N1k0n

    Che sia giunta l’ora di mettere una “regoletta” aggiungerei retroattiva!

  • Mario Taddei

    e continueranno ad abusarne nella consapevolezza che male che va avranno una multarella, che i clienti brontoleranno un po ma alla fine faranno i salti mortali per aggiudicarsi l’ennesima offerta farlocca e così via. La colpa, ma è una mia modestissima opinione, è prima di tutto la nostra. Ci lamentiamo della rimodulazione, cambiamo anche operatore (non a caso i tradizionali hanno fatto cartello fra loro) ma alla fine perdoniamo e torniamo indietro. Il singolo da solo non può fare nulla ma se avessimo in tanti la forza di cambiare verso operatori più seri forse l’attenzione verso il cliente sarebbe diverso. Tre rimodula? Dovremmo avere tutti la forza di cambiare verso un virtuale altrimenti di che ci lamentiamo?

  • Cetto

    Molto più semplicemente, bisogna cambiare le regole del gioco. Le modifiche contrattuali unilaterali sono sempre esistite …. se ti sta bene, rimani con me, altrimenti sei libero di andare dove meglio ti pare. La posizione assolutamente dominante degli operatori telefonici rispetto ai propri utenti va completamente rivista.

  • Riccardo Benzoni

    io farei: rimoduli? Ok, paghi anche i costi di passaggio ad altro operatore (costo nuova sim+attivazione opzione con il nuovo operatore), oltre al recesso gratuito. Forse rimodulerebbero un po’ meno.

  • Gianlucap72

    Io direi abbandonate tutti questi operatori…wind.tim.vodafone e tre…e tutti proprio tutti facciamo il solo passaggio ad operatori virtuali…vediamo come la mettono…falliranno…c…i loro..andranno in crisi questo è certo

  • lamusa71

    Nell’ultima bolletta Fastweb leggo della possibilità di recedere senza penali e costi di disattivazione per modifica delle condizioni contrattuali (emissione bolletta ogni 28 gg). Mi chiedo: ci sono per caso altri eventuali costi invece non menzionati che devo sostenere in caso decidessi di recedere?

  • Dario

    Ho contattato Fastweb e mi hanno confermato nessun costo..ho inviato la raccomandata entro i 30 giorni specificando che recedo per la loro modifica delle condizioni contrattuali e riportando che avrò nessun costo..per sicurezza in questi giorni vado a togliere la domiciliazione in banca

  • lamusa71

    Infatti anche io volevo togliere subito l’addebito in banca. Ma il mio sospetto viene anche dal fatto che non sono passati ancora 24 mesi dalla mia entrata in Fastweb quindi non vorrei che inventassero qualche altra cosa.

  • Dario

    Secondo me vai tranquillo..manda la disdetta e vai a togliere l’addebito..magari chiamalinler sicurezza prima di avere fare tutto e glielo comunichi anche a voce

  • Saby

    Invece a me hanno detto che devo pagare i 119 detratti delle rate già pagate perché avevo usufruito di una promozione all’attivazione….boh….

  • danitkd93

    A quanto dovrebbe ammontare il congruo risarcimento per il tempo perduto?
    Anche su grandi linee ma giusto per farsi una idea.