Agcom chiede l’aiuto dei consumatori per la sperimentazione sul nuovo modello di attivazione dei servizi premium (VAS)


Il grave problema dei servizi premium (VAS) attivati senza alcun consenso esplicito dell’utente durante la navigazione web è stato spesso portato all’attenzione delle autorità. Oggi, 18 Aprile 2018, l’AGCOM ha comunicato che sarà attivata una mail a cui segnalare eventuali criticità osservate dagli utenti nell’utilizzo delle nuove procedure di acquisto proposte dagli operatori e dai content service providers.

Lo scorso Novembre, l’Autorità aveva già iniziato una sperimentazione al fine di limitare le attivazioni di servizi premium non volute o non richieste dai consumatori, cercando anche di trovare una procedura unificata per il rimborso delle somme non dovute. Da oggi, il progetto potrà avvalersi del prezioso aiuto degli utenti, che potranno segnalare il corretto funzionamento di un nuovo sistema di attivazione dei servizi premium, inviando una mail all’indirizzo sperimentazioneVAS@agcom.it.

Più nello specifico, la nuova procedura in questione prevede un doppio click dell’utente in due schermate differenti, contenenti informazioni differenti. Nella prima schermata si raccoglierà il consenso dell’utente all’addebito del servizio sul proprio conto telefonico, mentre la seconda finestra è atta a confermare la richiesta di acquisto.

   

Inoltre, la nuova procedura ha previsto l’introduzione di un numero verde di customer care, 800.44.22.99, attivo 24 ore al giorno per 7 giorni alla settimana, attraverso il quale l’utente potrà agevolmente controllare, grazie a una voce guida, il tipo e il numero di servizi premium addebitati. Il tutto, in tempo reale e con la possibilità di procedere immediatamente alla disattivazione. Inoltre, dalle 9 alle 21, AGCOM comunica che è anche prevista la possibilità di parlare con un operatore.

La sperimentazione dell’Autorità mira adesso a perfezionare le funzioni e la grafica del nuovo modello adottato, puntando anche, come anticipato, sull’unificazione delle procedure di rimborso.

L’obiettivo principale è quello di garantire la massima trasparenza possibile durante il processo di acquisto dei servizi, attraverso l’invio di messaggi informativi circa l’attivazione, l’addebito e le modalità di disattivazione. AGCOM continuerà a monitorare questo modello, e prevede di concludere la fase di sperimentazione entro la metà del 2018, così da riuscire a superare completamente il problema delle attivazioni inconsapevoli.






 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter e iscriviti gratis nel nostro canale Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale. Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze.


 



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus