“Mio figlio è stato rapito da Internet”, quando la tecnologia digitale diventa un problema in famiglia


Internet, tablet, smartphone, e PC: sono proprio loro i colpevoli di “sequestro di persona” accusati nel libro “Mio figlio è stato rapito da Internet. Come educare all’uso degli schermi digitali dall’infanzia all’adolescenza“, di F. Rasponi, M. Piga, ed E. Mazzoni.

Il titolo è tratto dal pensiero espresso da una madre nei confronti del proprio figlio tredicenne, preoccupata dalla vita sociale del ragazzo, e dal suo rapporto con quest’ultimo, compromessi a suo dire dall’uso smodato di tablet e smartphone. È come se i dispositivi elettronici fossero autentiche protesi del sé, da cui separarsi è oramai impossibile, e che sembrano aver letteralmente “rapito” il ragazzo: se prima dell’avvento di Internet&co., il figlio era più aperto al dialogo coi genitori e più dedito allo studio, adesso, a causa dei nuovi dispositivi elettronici, l’attenzione è interamente rivolta alla dimensione digitale. Per queste ragioni, la madre inizia a sentirsi tagliata, allontanata e, nonostante le ripetute lamentele dovute al troppo tempo speso davanti a quei display, il ragazzo controbatte sostenendo che sta studiando.

È un piccolo dramma vissuto, almeno una volta, nel quotidiano da ogni famiglia, verso cui il libro si pone come una guida “APP” (Accompagnare, Proteggere, Proporre) per l’adulto per aiutarlo ad assumere una posizione proattiva nell’educazione del bambino/adolescente, dalla nascita alla maggiore età, in qualità non solo di genitore, ma anche di insegnante, ed educatore, attraverso una serie di consigli quali, ad esempio, far usare il dispositivo giusto all’età giusta con tempi e modi adeguati, proteggere l’internauta da possibili pericoli, ed incoraggiare la creatività e la capacità di autoregolazione.

Il testo è stato presentato proprio oggi, 5 Febbraio 2018, alle 17 nella Sala Lignea Biblioteca Malatestiana di Cesena in occasione del Festival della Salute Digitale, che si concluderà il 12 di questo mese. Si tratta della prima edizione di un evento incentrato sul rapporto tra l’individuo e le tecnologie digitali, un argomento sviscerato in ogni suo aspetto (prevenzione, problematiche, nuove patologie, ripercussioni sugli affetti e sulla cultura, etc..) attraverso una serie di laboratori, conferenze, workshop, e seminari, di cui è possibile scaricare il calendario in PDF o consultarne il programma sul sito ufficiale del festival.

Infine, per chi fosse interessato al testo, potrà trovarlo in vendita su Amazon a partire dal 15 Febbraio al costo di 15 euro.

   

 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter e iscriviti gratis nel nostro canale Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale. Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze.


 



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus