Tech

Novità nell’industria automobilistica: il sistema eCall obbligatorio dal 31 Marzo 2018

Il Parlamento Europeo lo aveva approvato nel 2015 e, a distanza di tre anni, diventa obbligatorio: si chiama eCall la tecnologia di cui saranno provvisti i nuovi modelli di autovetture e veicoli commerciali leggeri a partire dal 31 Marzo 2018.

Nei tre anni successivi alla primavera 2018, la Commissione Europea dovrà, inoltre, valutare l’eventuale estensione dei dispositivi eCall ad altre categorie di veicoli, come autobus, pullman o camion. Secondo le stime della Commissione, verranno salvate circa 2.500 vite all’anno sul territorio UE: grazie all’approvazione della legge, le vetture saranno intelligenti abbastanza da poter chiamare autonomamente il numero d’emergenza europeo 112 in caso di necessità, per via di scontri, uscite di strada, o guasti, nel momento in cui i passeggeri dovessero essere impossibilitati a causa dello shock o dello stato di incoscienza (naturalmente, l’operazione può essere effettuata anche a mano, premendo l’apposito tasto).

Il servizio eCall non è però una novità: da anni, è già disponibile su automobili di case quali BMW, Opel, Ford, e Citroen, ma dalla prossima primavera non sarà più un optional, bensì un must, il cui obiettivo è quello di ottimizzare i tempi necessari alla richiesta di soccorso attraverso la trasmissione immediata di informazioni minime quali il tipo di veicolo, l’ora, l’esatta localizzazione dell’incidente, il numero di passeggeri, la direzione di viaggio e l’eventuale stato di incoscienza del guidatore.

Gli automobilisti non devono comunque temere per la tutela della propria privacy. Le norme stabiliscono infatti che: gli spostamenti non siano costantemente rintracciabili, se non al momento opportuno; i dati eCall raccolti dai centri di emergenza o dai loro partner non dovranno essere trasferiti a terzi senza il consenso esplicito della persona interessata; e, infine, i produttori dovranno garantire che la progettazione della tecnologia eCall consenta la cancellazione totale e permanente dei dati raccolti.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button