La corsa di Open Fiber continua: iniziano i lavori in ottanta nuovi comuni


La società Open Fiber continua a lavorare per fornire il servizio di fibra ottica a banda ultra larga, attraverso un’espansione capillare nei principali comuni italiani, volta a garantire in Italia una fibra FTTH in grado di raggiungere la velocità di un Gigabit al secondo.

Seguendo il piano alla base della mission aziendale, che prevede lo sviluppo della rete in oltre 270 città italiane in soli 6 anni, Open Fiber annuncia l’inizio dei lavori in ben 80 comuni italiani.

In ordine alfabetico, le città interessate sono: Alessandria, Ancona, Arezzo, Beinasco, Bergamo, Bollate, Brescia, Bresso, Brindisi, Busto Arsizio, Casalecchio di Reno, Castel Maggiore, Castenaso, Cesano Boscone, Cesena, Cinisello Balsamo, Collegno, Cologno Monzese, Como, Cormano, Cornaredo, Corsico, Cusago, Ferrara, Firenze, Foggia, Forlì, Garbagnate Milanese, Grosseto, Grugliasco, Imola, La Spezia, Latina, Lecce, Livorno, Lucca, Matera, Messina, Modena, Moncalieri, Monza, Nichelino, Novara, Novate Milanese, Opera, Orbassano, Parma, Pavia, Pero, Pescara, Peschiera Borromeo, Piacenza, Pioltello, Pisa, Prato, Ravenna, Reggio di Calabria, Reggio nell’Emilia, Rho, Rimini, Rivoli, Rozzano, Salerno, San Donato Milanese, San Giuliano Milanese, San Lazzaro di Savena, Sassari, Segrate, Sesto San Giovanni, Settimo Milanese, Settimo Torinese, Siracusa, Taranto, Terni, Treviso, Trezzano sul Naviglio, Udine, Varese, Venaria Reale, Verona, Vimodrone.

   

I comuni elencati vanno ad aggiungersi ad una ormai solidissima rete di infrastrutture digitali già collaudate nelle principali città italiane, come Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Genova, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Perugia, Torino, Venezia e, a breve, Firenze.

Il servizio di Open Fiber è offerto a tutti gli operatori interessati, e al momento conta partner del calibro di Vodafone, Wind e Tiscali.

Il progetto, che ha già abbondantemente superato i due milioni di abitazioni nella copertura con fibra ottica, mira ad estendersi fino a 9.5 milioni di utenti entro il 2021, attraverso un costante sforzo finanziario, che attualmente ammonta ad oltre 6 miliardi di euro. Il tutto, impegnandosi a preservare la sostenibilità ambientale attraverso tecniche mirate e l’utilizzo, quando possibile, delle infrastrutture preesistenti. Risultati eccellenti, che di recente hanno fatto emergere l’ipotesi di una quotazione sul mercato azionario italiano per la società controllata da Enel e Cassa Depositi e Prestiti.

Per aggiornamenti continui circa i lavori di Open Fiber, suggeriamo di visitare il sito web della società (openfiber.it), che rende disponibile una comoda mappa per verificare le aree interamente coperte e servite dai principali partner, semplicemente inserendo il proprio indirizzo di residenza.

Si ringrazia Gioser per la foto e la segnalazione






 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter e iscriviti gratis nel nostro canale Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale. Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze.


 



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus