Carlo Bozzotti, l’amministratore delegato della StMicrolectronics, afferma che l’azienda punta sull’auto elettrica e sugli smartphone


L’azienda franco-italiana StMicrolectronics, nota per la produzione di componenti elettronici, punta, oggi, sull’auto elettrica e sugli smartphone. Tali notizie sono giunte attraverso le parole dell’AD del gruppo, Carlo Bozotti al giornale “La Repubblica”. In un’intervista del 30 Ottobre 2017 l’amministratore delegato della StMicrolectronics ha, infatti, dichiarato che il fatturato aziendale fa riferimento, soprattutto, al contesto dell’automotive e degli smartphone.

Carlo Bozotti, AD StMicroelectronics

Per quanto concerne il mondo dei cellulari Carlo Bozotti sostiene di farvi parte attivamente, il che è documentato da un importante tasso di crescita. L’amministratore ha dichiarato, sempre con riferimento al contesto smartphone, che lo sviluppo del settore si riferisce soprattutto a un contenuto crescente di microchip nei cellulari, specie in quelle attività che interessano la sicurezza dei pagamenti.

L’amministratore, però, non sembra puntare eccessivamente sul mondo dell’innovazione smartphone, bensì preferisce puntare su un settore in rapida ascesa che trova il suo centro sul comparto auto motive. Tale settore si riferisce, secondo Bozotti, ad un numero crescente di cose fra le quali l’innovazione elettronica a bordo, l’auto elettrica alla guida assistita e l’auto completamente autonoma con guida automatica.

   

La crescita del settore, già attestata e in aumento del 10%, deve, però, secondo Bozotti espandersi nelle varie regioni italiane in modo equilibrato, attraverso l’uso innovativo di una gamma di prodotti. Nelle parole dell’amminastrore della Stm si intravedono scorci futuri che puntano ad un innalzamento dei target, nonostante l’anno si avvii alla sua naturale conclusione.  Per quanto riguarda, invece, l’auto completamente autonoma, l’amministratore delegato dice di sentirsi pronto. Inoltre, quest’ultimo sostiene che la quinta generazione vedrà: “I nostri campioni all’inizio dell’anno prossimo e l’avvio dell’attività produttiva alla fine del 2019”.

Nel frattempo, Bozotti ricorda che è in corso oggigiorno la collaborazione con la società israeliana Mobileye, specie su microprocessori complessi che elaborano i dati dei sensori per auto. Bozotti fa sapere che, addirittura, in questo campo innovativo l’azienda StMicrolectronics ha il 60% di quote di mercato nel mondo ed è presente in più di 300 modelli di auto. L’autoelettrica, sostiene Bozotti è, invece, uno dei campi privilegiati dall’ azienda, motivo per il quale la società ha sostituito il tradizionale silicio con il carburo di silicio, un materiale altamente innovativo progettato a Catania.

 

Se questo post di MondoMobileWeb ti è piaciuto, condividilo sui social network! Diventa Fan di MondoMobileWeb su Facebook, seguici su Twitter e iscriviti gratis nel nostro canale Telegram per ricevere tante informazioni e consigli utili in tempo reale. Aspettiamo sempre i vostri commenti condividendo le vostre esperienze.


 



Leggi il Regolamento prima di pubblicare un commento nella piattaforma Disqus