FiberCopTelco ItaliaTimTim Rete Fissa

Vivendi minaccia azioni legali sul via libera del CdA di TIM alla vendita della rete TIM a KKR

Vivendi si rammarica profondamente che il Consiglio di Amministrazione di TIM abbia accettato l’offerta di KKR di acquistare la rete di TIM senza prima informare e richiedere un voto ai suoi azionisti, contravvenendo così alle regole di governance applicabili.

Le motivate richieste di Vivendi, espresse attraverso molteplici comunicazioni al Consiglio di Amministrazione, al Collegio Sindacale e all’Autorità di regolamentazione del mercato (Consob), volte a tutelare la generalità degli azionisti e a prevenire una situazione così pregiudizievole, sono state completamente ignorate.

Il Consiglio di Amministrazione di TIM ha così privato ciascun socio del diritto di esprimere il proprio parere in Assemblea, nonché del connesso diritto di recesso per i soci dissenzienti.

Cinque pareri pro veritate hanno confermato che la cessione dell’intera rete infrastrutturale di Telecom Italia ha comportato un evidente cambiamento dell’oggetto sociale di TIM che avrebbe reso necessaria una preventiva modifica dello statuto della società, decisione di competenza esclusiva dell’Assemblea straordinaria.

La decisione assunta dal Consiglio di Amministrazione di TIM è viziata anche dalla mancata applicazione delle disposizioni in materia di operazioni rilevanti con parti correlate, alla luce della partecipazione con poteri decisionali del Ministero dell’Economia e delle Finanze, che controlla la parte correlata di TIM Cassa Depositi e Prestiti.

Vivendi ricorda che, nel respingere la sua richiesta di applicazione della procedura OPC, il Presidente di TIM ha precisato per iscritto che l’offerta riguarda esclusivamente il fondo KKR, che avrà il controllo esclusivo della rete di trasmissione italiana.

Vivendi ritiene che, in conseguenza di tale violazione dello statuto e del regolamento OPC, la deliberazione adottata oggi (ndr il comunicato è di ieri 5 novembre 2023) dal Consiglio di Amministrazione sia illegittima e comporti la responsabilità degli amministratori di TIM che hanno votato a favore dell’operazione.

Di conseguenza, essendo rimasto inascoltato ogni appello alla ragionevolezza, Vivendi utilizzerà ogni mezzo legale a sua disposizione per contestare tale decisione e tutelare i propri diritti e quelli di tutti gli azionisti.

Comunicato Stampa Vivendi

Approfondimento: Labriola (AD) “decisione storica”. Rossi (Presidente) “grande responsabilità”. Invece per Vivendi la decisione del CdA è illegittima

Per rimanere aggiornato sulle novità della telefonia unisciti al canale @mondomobileweb di Telegram. Seguici anche su Google News, Facebook, X e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Caro Lettore, grazie per essere qui. Ti informo che con un blocco degli annunci attivo chi ci sostiene non riesce a mantenere i costi di questo servizio gratuito. La politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi mondomobileweb.it tra le esclusioni del tuo Adblock per garantire questo servizio nel tempo.