Offerte RoamingTelefonia MobileTLC nel Mondo

Moldavia: concordati prezzi ridotti per il Roaming da e verso l’UE con il supporto del BEREC

Lo scorso 22 Settembre 2023, il BEREC, l’Organismo dei Regolatori Europei delle Comunicazioni Elettroniche, ha annunciato di aver supportato gli operatori dell’Unione Europea e della Moldavia nel concordare un percorso di riduzione dei prezzi al dettaglio per dati e chiamate in Roaming tra i due territori, nel corso di una cerimonia di firma organizzata dallo stesso ente regolatore, a cui hanno partecipato la Commissione Europea e le Autorità della Moldavia.

La riduzione delle tariffe di Roaming tra l’UE e la Moldova, in particolare, era stata proposta nell’ambito di una Dichiarazione Congiunta siglata a fine Maggio 2023 da alcuni operatori di telefonia mobile europei e moldavi, che hanno convenuto una serie di obiettivi comuni, come rendere disponibili delle offerte di Roaming tra le due aree a prezzi ridotti, definire un prezzo al dettaglio massimo e rivalutare gli accordi all’ingrosso, di cui i cittadini inizieranno a beneficiare a partire dal 1º Gennaio 2024.

Questa Dichiarazione, che si basa su un accordo volontario e che resta ancora aperta a tutte le compagnie telefoniche europee e moldave interessate, è stata coadiuvata dalla Commissione UE e dalle Autorità della Repubblica di Moldavia e si applicherà fino al 31 Dicembre 2025, dopodiché potrà essere rinnovata.

Secondo quanto riportato dalla Commissione Europea in un comunicato del 20 Settembre 2023, inoltre, la Dichiarazione Congiunta integra la decisione della Moldova di allinearsi, a partire dal 1° Gennaio 2024, alle tariffe uniche di terminazione dell’Unione, nel caso di chiamate provenienti da numeri UE verso numeri moldavi.

Si tratta, nello specifico, di tariffe che gli operatori telefonici si applicano reciprocamente per la terminazione delle chiamate vocali sulle loro reti, fungendo da costo di input alla base dei prezzi fissati al dettaglio per le chiamate vocali.

Questa decisione da parte della Moldavia, come spiegato dalla Commissione UE, ridurrà la base dei costi degli operatori dell’UE, aumentando il loro spazio economico per chiamate internazionali più convenienti verso il Paese dell’Europa dell’Est, i cui operatori di telecomunicazioni, a loro volta, vedranno ricambiate le tariffe di terminazione uniche dell’UE.

Per la Commissione, l’allineamento tra la Moldavia e l’Unione Europea delle tariffe di terminazione potrà ridurre anche la pressione sui costi delle chiamate in Roaming tra le due aree, potendo portare anche a riduzioni dei prezzi a livello di vendita al dettaglio.

Un’iniziativa, dunque, che riflette l’obiettivo condiviso delle autorità sia europee che moldave di garantire un accordo di Roaming a lungo termine, permettendo l’ingresso della Repubblica di Moldavia all’interno dello spazio di Roaming a tariffa nazionale dell’Unione. A tal fine, il 1° Settembre 2023 la Commissione Europea ha adottato una proposta volta a includere il Roaming nell’Accordo di Associazione UE – Moldavia.

Tornando al BEREC, in qualità di fiduciario nelle discussioni tra gli operatori, l’Organismo dei Regolatori Europei delle Comunicazioni Elettroniche ha quindi facilitato il nuovo accordo, nell’ambito del quale è stata concordata una progressiva riduzione dei prezzi al dettaglio delle tariffe di Roaming, con limiti massimi di prezzo per il traffico dati e le chiamate tra l’UE e la Moldavia.

Per l’esattezza, gli operatori firmatari della Dichiarazione Congiunta di Maggio 2023, ovvero il Gruppo Orange, il Gruppo Deutsche Telekom (DT), il Gruppo Telefonica e Melita per l’UE e Orange Moldova, Moldtelecom e Moldcell per la Moldavia, hanno concordato l’implementazione dei seguenti massimali al dettaglio:

  • Dal 1° Gennaio 2024 al 31 Dicembre 2024, 15 euro al GB per i dati, 0,33 euro al minuto per le chiamate effettuate e 0,25 euro al minuto per le chiamate ricevute;
  • Dal 1° Gennaio 2025 al 31 Dicembre 2025, 11 euro al GB per i dati, 0,24 euro al minuto per le chiamate effettuate e 0,16 euro al minuto per le chiamate ricevute.

Come dichiarato dal BEREC, il suo contributo alla riduzione delle tariffe di Roaming tra l’UE e la Moldavia sarà presentato anche durante il debriefing pubblico dell’Organismo dei Regolatori Europei delle Comunicazioni Elettroniche, che si terrà online il 12 Ottobre 2023 da Bruxelles.

Come spiegato dallo stesso ente regolatore, inoltre, ai sensi della Dichiarazione congiunta, il BEREC agisce come parte terza, indipendente per la sua attuazione.

Ad ogni modo, da Giugno 2023, i Co-Presidenti del BEREC Expert Working Group on Roaming hanno assistito gli operatori firmatari nella definizione dei massimali tariffari, che potranno portare a servizi di Roaming progressivamente meno costosi per i cittadini che viaggiano tra l’Unione Europea e la Moldavia.

Editing Mattia Castro

Per rimanere aggiornato sulle novità della telefonia unisciti al canale @mondomobileweb di Telegram.

Seguici anche su Google News, Facebook, X e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Pulsante per tornare all'inizio
Chiudi

Adblock rilevato

Caro Lettore, grazie per essere qui. Ti informo che con Adblock attivo chi ci sostiene non riesce a mantenere i costi di questo servizio gratuito. La politica è di non adottare banner invasivi. Aggiungi mondomobileweb.it tra le esclusioni del tuo AdBlock per garantire questo servizio nel tempo. Insieme si risparmia di più!