DaznProblemi e Disservizi

DAZN: incontro con il Ministro Urso, confermati rimborsi per i disservizi del 4 Gennaio 2023

In seguito ai disservizi del 4 Gennaio 2023, che hanno colpito alcuni abbonati DAZN durante la trasmissione di due delle dieci partite della sedicesima giornata di Serie A TIM, il servizio di streaming ha assicurato che si attiverà per corrispondere automaticamente, a tutti gli impattati, un’indennizzo pari a un quarto del costo mensile dell’abbonamento.

Lo ha annunciato DAZN stessa, in seguito all’incontro avvenuto oggi, 10 Gennaio 2023, presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, in occasione del quale i vertici della società, rappresentati da Shay Segev (CEO Dazn Group), Sandeep Tiku (CTO Dazn Group), Stefano Azzi (CEO Dazn Italia) e Romano Righetti (General Counsel Dazn Italia), hanno avuto modo di discutere della questione con il Ministro Adolfo Urso.

L’incontro è avvenuto anche in presenza del Ministro per lo Sport Giovanni Andrea Abodi e del Presidente AgCom Giacomo Lasorella, così come di Lorenzo Casini, Presidente della Lega Serie A e di Luigi De Siervo, Amministratore Delegato della Lega Serie A.

Nel corso del vertice, la piattaforma streaming che detiene i diritti della Serie A TIM ha quindi descritto il disservizio in questione, che ha interessato parte degli abbonati durante le partite Inter – Napoli e Udinese – Empoli, del 4 Gennaio 2023.

Come raccontato da MondoMobileWeb e come già spiegato precedentemente da DAZN stessa, la società ha sottolineato come il disservizio sia stato causato da un partner globale esterno, incaricato di gestire la distribuzione del traffico sui server, specificando inoltre che non tutti gli abbonati hanno riscontrato problemi di visione durante le partite appena citate.

DAZN TIMVISION disservizi Serie A

Le parti hanno quindi approfondito le soluzioni più adatte per rimborsare i clienti coinvolti dal disservizio, così come, al tempo stesso, eventuali azioni volte ad accelerare gli investimenti già pianificati dalla società e ad apportare delle ottimizzazioni organizzative.

Alla luce di ciò, il Gruppo DAZN ha annunciato una modifica del suo attuale assetto organizzativo, con l’istituzione di un Network Operation Center (NOC) in Italia.

A detta della società, la nuova unità servirà a garantire una gestione più efficace delle infrastrutture per la distribuzione dei contenuti, trasferendo al team locale la responsabilità del monitoraggio della qualità del servizio e permettendo anche la creazione di nuove competenze a livello di mercato.

Per quanto riguarda i rimborsi, come già spiegato, su richiesta delle istituzioni presenti al vertice, DAZN si impegnerà, senza attendere la richiesta da parte degli utenti, nel rimborsare tutti i clienti impattati dal disservizio in questione, in conformità alla normativa vigente.

Nel dettaglio, l’indennizzo avverrà tramite l’accredito di un importo, come già detto pari al 25% del costo dell’abbonamento mensile, secondo le modalità di pagamento selezionate da ciascun cliente o, in alternativa, mediante il rilascio di voucher.

Secondo quanto comunicato da DAZN, la procedura di rimborso verrà attivata a partire da questa settimana, per poi essere completata entro l’inizio di Febbraio 2023. Gli utenti coinvolti riceveranno una comunicazione di conferma dell’indennizzo all’indirizzo mail associato al proprio account.

Editing Mattia Castro

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button