PosteCasaPosteMobileTelco Italia

Poste Italiane, risultati terzo trimestre 2022: PosteMobile +1,5% di utenze su base annua

Il gruppo Poste Italiane S.p.A. ha reso pubblici i risultati finanziari relativi al terzo trimestre dell’anno 2022. Come di consueto, ci si focalizzerà sul segmento Pagamenti e Mobile riportando cifre e dettagli dell’operato di PosteMobile.

Nel dettaglio, nel terzo trimestre del 2022, i ricavi del segmento Pagamenti e Mobile sono cresciuti su base annua, del 34,8% e risultano pari a 297 milioni di euro (+25,7% su base annua rispetto ai primi nove mesi del 2021, pari a 779 milioni di euro nei primi nove mesi del 2022), grazie anche al contributo di LIS, la cui acquisizione ha generato 29 milioni di ricavi lordi nel terzo trimestre.

In data 14 settembre 2022 PostePay, a seguito delle autorizzazioni ricevute dall’AGCM e dalla Banca d’Italia, ha perfezionato l’acquisto del 100% di LIS Holding SpA (insieme alla società controllata LIS Pay SpA) a un prezzo pari a 700 milioni di euro determinato sulla base di un “enterprise value” di 630 milioni di euro e una cassa netta disponibile concordata convenzionalmente pari a 70 milioni di euro (rispetto ad una cassa netta disponibile effettiva al “closing” pari a circa 140 milioni di euro).

I ricavi da servizi Telco risultano stabili nel terzo trimestre del 2022 (+0,3% su base annua), pari a 80 milioni di euro (+2,4% rispetto ai primi nove mesi del 2021, pari a 237 milioni di euro nei primi nove mesi del 2022), grazie ad una base clienti considerevole di 4,9 milioni di utenti (+1,5% su base annua rispetto a 4,8 milioni di utenti dei primi nove mesi del 2021) e a un tasso di abbandono ridotto.

Nel dettaglio, dai circa 4,882 milioni di utenze del secondo trimestre 2022 tra linea mobile e fissa, si è passati agli attuali 4,888 milioni. L’ARPU ha mantenuto un valore stabile di 4,5 euro per ogni scheda SIM.

Matteo Del Fante

Matteo Del Fante, Amministratore Delegato di Poste Italiane, ha dichiarato al TGPoste di oggi 10 novembre 2022:

“Le nostre linee strategiche sono le stesse dal 2018. In questi cinque anni abbiamo esaurito la gamma di prodotti da offrire ai clienti.

La nostra ragione d’essere è dar loro il miglior servizio. Tutti i nostri ambiti di operatività hanno dato un contributo positivo importante.

In questi anni caratterizzati dalla pandemia abbiamo avuto lungimiranza e siamo riusciti a programmare considerando il nostro ruolo nel sistema Paese. Ci siamo presi le nostre responsabilità e siamo diventati un’azienda migliore”.

Del Fante ha ricordato che il completamento della gamma dell’offerta di Poste Italiane ha visto per ultima in ordine di tempo, la fibra, che ha fatto il suo esordio sul mercato nel 2021, e la nuova offerta luce e gas che debutterà ufficialmente sul mercato nel primo trimestre 2023, anche se negli uffici postali con codici coupon dedicati, ai pensionati e dipendenti di Poste Italiane, vengono già attivate queste offerte anche ad alcuni consumatori che non hanno mai lavorato con il Gruppo.

Infatti la nuova offerta energia, lanciata a giugno 2022 per dipendenti e pensionati di Poste, ha iniziato a contribuire con ricavi pari a 3 milioni di euro nel trimestre, raggiungendo circa 40mila sottoscrizioni.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button