LexFoniaLinkemSpot e Comunicazione

Linkem, il Comitato IAP contro lo spot “offerta senza asterischi”: ritenuto ingannevole

Il Comitato di Controllo di IAP, l’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria, ha emanato in questi giorni un’ingiunzione nei confronti di Linkem, in particolare contro lo spot TV che afferma che l’offerta FWA 5G dell’operatore è “senza asterischi”, ma che secondo l’organo di IAP si contraddice comunicando invece in modo “ambiguo e fraintendibile” i dettagli dell’offerta proposta.

IAP ha infatti pubblicato in questi giorni sul suo sito l’ingiunzione n. 12/22 del 24 Giugno 2022 del Comitato di Controllo.

L’ingiunzione riguarda come accennato lo spot televisivo di Linkem che pubblicizza la sua attuale offerta FWA 5G denominata Linkem 5G Promo Easy 12 Mesi a 19,90 euro al mese per i primi 12 mesi, poi a 24,90 euro al mese, che come ricorda il Comitato IAP è stato diffuso sulle reti Mediaset nel mese di Giugno 2022 (anche se in realtà era stato lanciato già nel mese di Maggio 2022).

La pubblicità contestata dal Comitato di Controllo si apre con una coppia di clienti all’interno del negozio di un fantomatico operatore “Mitomanet”, con il rivenditore che illustra varie caratteristiche, poco credibili, dell’offerta internet di questo operatore immaginario.

In seguito alle promesse del rivenditore spunta un enorme asterisco che si schianta al suolo, a sottolineare che la spiegazione fornita era piena di “asterischi”.

Nella seconda parte dello spot la stessa coppia ha fatto installare una linea Linkem, con il tecnico dell’operatore che afferma “ora grazie al 5G di Linkem avete una super connessione, senza fili”.

La coppia a questo punto si aspetta anche in questo caso la comparsa dell’asterisco gigante, ma il tecnico li rassicura dicendo: “tranquilli, niente asterischi. Fidati di chi non ha mai preso sanzioni per ingannevolezza”.

Questo tipo di comunicazione con cui Linkem afferma che la sua offerta è “senza asterischi” (graficamente con l’utilizzo dell’asterisco gigante) è tuttora in uso anche sul sito e sui social dell’operatore. Inoltre, proprio nelle ultime ore, sui social di Linkem era stato pubblicato anche il backstage dello spot in questione.

Il messaggio dell’offerta “senza asterischi” e quello con cui l’operatore si vanta di non aver mai ricevuto sanzioni per ingannevolezza sono stati quelli principalmente presi in considerazione dal Comitato di Controllo di IAP per la sua ingiunzione nei confronti dell’operatore.

spot asterischi Comitato IAP

Secondo il Comitato di Controllo lo spot Linkem è ingannevole

Nel dettaglio, come si legge sul sito IAP, il Presidente del Comitato di Controllo, visto lo spot pubblicitario di Linkem in questione diffuso in TV, ritiene che questo sia “manifestamente contrario all’art. 2 – Comunicazione commerciale ingannevole – del Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale”.

Si ricorda che l’Articolo 2 del Codice dell’Autodisciplina Pubblicitaria italiana, sulla comunicazione commerciale ingannevole, stabilisce che le aziende debbano evitare nella propria comunicazione commerciale ogni dichiarazione o rappresentazione tale da indurre in errore i consumatori, anche per mezzo di omissioni, ambiguità o esagerazioni non palesemente iperboliche, specie per quanto riguarda le caratteristiche e gli effetti del prodotto, il prezzo, la gratuità, le condizioni di vendita, la diffusione, l’identità delle persone rappresentate, i premi o i riconoscimenti.

Il Comitato di Controllo dell’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria spiega che lo spot è “interamente volto a rassicurare il pubblico” sul fatto che scegliendo Linkem si avrebbe la “certezza di avere servizi chiari, comunicati in modo trasparente, senza ‘asterischi’”, in quanto l’azienda non avrebbe “mai preso sanzioni per ingannevolezza”.

Tuttavia, nonostante lo spot dell’operatore affermi tutto ciò, in video compaiono i dettagli dell’offerta pubblicizzata attraverso modalità che secondo il Comitato di Controllo sono “quantomeno ambigue”.

Pur in assenza di un asterisco che le richiami, in fondo allo schermo e per pochissimi istanti compaiono una serie di informazioni, che secondo l’organo di IAP sono “scritte a caratteri del tutto illeggibili” e che restano a video per “un esiguo tempo di permanenza”.

Con ulteriori scritte, a caratteri “ben più evidenti”, Linkem indica il prezzo mensile di 19,90 euro, ma che solo in seguito e con caratteri minori si precisa che il prezzo è valido solo per i primi 12 mesi, in quanto successivamente costerà 24,90 euro al mese.

Infine, come riporta il Comitato di Controllo, un’ulteriore scritta riferisce di un contributo di attivazione di 48 euro, il tutto mentre lo speaker afferma “Parla e navighi senza fili fino a 1 Giga”, laddove ancora un’altra scritta sullo schermo avverte che tale condizione è soggetta a limiti geografici e tecnologici.

Linkem

Ritenuta scorretta l’affermazione sul non aver mai preso sanzioni per ingannevolezza

Dunque, secondo il giudizio del Comitato IAP, in questi pochi secondi dello spot al consumatore vengono fornite numerose e diverse informazioni a voce e per iscritto solo per pochi istanti, con in evidenza solo il prezzo mensile in promozione, non consentendo quindi al pubblico di comprendere in modo chiaro e trasparente tutti gli ulteriori aspetti dell’offerta proposta”.

In questo modo, a detta del Comitato di Controllo, si tratterebbe di una “comunicazione in ‘modalità asterisco’, che lo spot afferma invece di non praticare”.

Infine, in merito all’affermazione “Fidati di chi non ha mai preso sanzioni per ingannevolezza” dello spot Linkem, il Comitato di Controllo segnala che in realtà, negli archivi della giurisprudenza autodisciplinare, risulta un provvedimento per violazione dell’Articolo 2 del Codice, dunque per una comunicazione commerciale ingannevole, emesso proprio nei confronti di Linkem (ingiunzione n. 18/2019).

Per questo motivo, la suddetta affermazione per il Comitato risulta “eccessivamente perentoria e scorretta”, specialmente in assenza di una precisazione in cui si spiega che l’operatore fa riferimento unicamente alle sanzioni amministrative pecuniarie.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button