Streaming

La FIFA lancia FIFA+, la piattaforma digitale gratuita per i calciofili

La Federazione Internazionale di calcio, conosciuta con l’acronimo FIFA, ha comunicato l’arrivo a scala globale di una nuova piattaforma digitale gratuita per gli appassionati dello sport più seguito al mondo. Rilasciata ieri, martedì 12 aprile 2022, il suo nome è FIFA+.

Accessibile su tutti i dispositivi compatibili a partire dalla data di rilascio sia in versione web sia negli store online sotto forma di app, la prima versione di FIFA+ è disponibile in un primo momento in cinque lingue: inglese, francese, tedesco, portoghese e spagnolo. Successivamente, dal mese di giugno 2022, si aggiungeranno altre sei edizioni linguistiche.

FIFA+ fornisce ai suoi utenti un insieme di servizi digitali che vanno dalla trasmissione in streaming di partite in diretta da ogni angolo del mondo ai giochi interattivi, dalle notizie sportive all’informazione sui tornei, passando per contenuti video interattivi sulla narrazione di personaggi maschili e femminili protagonisti del gioco del calcio.

Sulla nuova piattaforma si è espresso il presidente della FIFA, Gianni Infantino, che ha dichiarato:

FIFA+ rappresenta il prossimo passo nella nostra visione di rendere il calcio veramente globale e inclusivo, e sostiene la missione principale della FIFA di espandere e sviluppare il calcio a livello globale.

Questo progetto rappresenta un cambiamento culturale nel modo in cui diversi tipi di tifosi di calcio vogliono connettersi ed esplorare il gioco globale ed è stato una parte fondamentale della mia visione 2020-2023. Accelererà la democratizzazione del calcio e siamo lieti di condividerlo con i tifosi.

Entro la fine del 2022 FIFA+ intende trasmettere in streaming 40.000 match live all’anno da 100 associazioni membri di tutte e sei le confederazioni internazionali, incluse 11.000 partite di calcio femminile. Tra queste FIFA+ trasmetterà mensilmente 1.400 gare dei maggiori campionati europei di calcio maschile, femminile e giovanile; un numero che crescerà col tempo.

Infantino su FIFA+
Gianni Infantino, presidente della FIFA

Inoltre, la sezione Archivio di FIFA+ verrà riempita da più di 2.500 video risalenti agli anni ’50 del ventesimo secolo e ospiterà tutte le partite della prossima edizione dei Mondiali che si giocheranno in Qatar dal 21 novembre al 18 dicembre 2022, per un totale di 2.000 ore di contenuti. In particolare i fan potranno rivedere in replica gli interi match, gli highlights, i goal e le azioni salienti.

Match Centre contiene, invece, un grosso database di dati calcistici inerenti 400 competizioni maschili e 65 femminili. Si tratta di un feed giornaliero di notizie legate al mondo del calcio del quale FIFA+ offrirà sempre nuovi aggiornamenti. Durante tutto l’anno i fan potranno anche divertirsi con giochi interattivi tra cui voti, quiz, fantasy games e pronostici.

Un’altra sezione denominata Gli Originali è dedicata alla narrazione globale dello sport in sé. Al suo interno si potranno vedere documentari, docuseries, talk show e cortometraggi in 11 lingue che raccontano storie di squadre nazionali ed eroi calcistici del passato e del presente provenienti da più di 40 Paesi.

Tra i principali contenuti figurano ad esempio Ronaldinho: The Happiest Man in the World, un documentario esclusivo sulla vita dell’ex calciatore brasiliano e Captains, una serie in 8 episodi che segue il percorso di sei capitani delle rispettive nazionali durante le qualificazioni a Qatar 2022.

Poi Croatia: Defining a Nation, un documentario che tratta il legame instaurato tra la nazione croata e il calcio; HD Cutz, una docuserie che vede la presenza del barbiere di alcune delle star internazionali del football; Dani Crazy Dream, documentario su Dani Alves, il calciatore più titolato di sempre, in attesa di disputare la prossima Coppa del Mondo.

Ancora, Golden Boot, programma ricco di interviste ai maggiori cannonieri della storia dei Mondiali di calcio; Icons, con la partecipazione delle cinque calciatrici Wendie Renard, Lucy Bronze, Asisat Oshoala, Carli Lloyd e Sam Kerr; e infine Academies, la storia dei settori giovanili più prolifici della storia del calcio.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button