FastwebTech 5G e IoT

Smart City: Fastweb realizzerà per il Comune di Cagliari un Ecosistema Urbano Intelligente

Con l’obiettivo di trasmettere alla città un’impronta più digitale, sicura e attenta all’ambiente, il Comune di Cagliari ha scelto di collaborare con l’azienda di telefonia e telecomunicazioni Fastweb per la realizzazione di una Smart City.

Il progetto prevede la messa a punto di una piattaforma digitale intelligente a servizio del capoluogo sardo approfittando dei fondi REACT-EU per la coesione e lo sviluppo territoriale ottenuti.

Innanzitutto questa piattaforma raccoglierà dati e flussi di immagini provenienti dal territorio di Cagliari per studiare nuove soluzioni innovative per la città.

A tal scopo Fastweb si occuperà di collegare in un unico sistema centralizzato in Cloud tutti i punti di accesso per la rete Wi-Fi, il sistema di videosorveglianza e i sensori IoT per il monitoraggio del microclima urbano.

Cagliari Smart City

Onofrio Pecorella, Head of Local Government Sales di Fastweb ha espresso la sua soddisfazione parlando così:

Siamo orgogliosi di affiancare il Comune di Cagliari nella realizzazione di un progetto così ambizioso e che siamo certi contribuirà a proiettare la città nel futuro.

Il digitale offre infatti enormi possibilità nello sviluppo di nuovi servizi e di nuove applicazioni in grado di migliorare la vita di tutti i cittadini.

Nel dettaglio, il Comune provvederà all’ampliamento del sistema Free Wi-Fi Cagliari estendendo l’accesso gratuito alla rete pubblica anche ai parchi cittadini, ad alcune aree del centro storico non ancora coperte e a parte degli edifici comunali sedi di istituti scolastici.

Nei prossimi mesi, inoltre, il sistema di videosorveglianza attualmente in uso subirà un ammodernamento e il numero di videocamere montate tra le strade aumenterà. Così facendo, non solo la città di Cagliari alzerà il tasso di sicurezza per i cittadini, ma tenterà di preservare l’ordine urbano contrastando gli atti vandalici e l’abbandono dei rifiuti e controllando la movida.

Smart City Cagliari

Un altro aspetto è l’installazione di sensori intelligenti in grado di rilevare variazioni di temperatura, umidità, pressione atmosferica e qualità dell’aria.

Grazie al loro apporto, infatti, si stima di ricavare informazioni utili per studiare il fenomeno delle cosiddette “isole di calore”.

Con questa espressione si indicano quelle zone della città dove si percepisce una temperatura più alta rispetto che in campagna a causa delle attività dell’uomo e della fitta presenza di edifici urbani. Proprio qui è alto il rischio di sviluppare conseguenze negative sulla salute e sulla qualità di vita degli abitanti.

Ecco allora che il Comune di Cagliari monterà gli strumenti necessari al monitoraggio di questa situazione e raccoglierà i dati in una Control Room. Dopo di ciò, nell’ambito di un accordo recentemente sottoscritto in relazione alla sperimentazione di nuove tecnologie, condividerà e analizzerà i risultati ricavati con l’Università di Cagliari.

A quel punto, rendendo partecipe delle attività anche il Dipartimento di Ingegneria Civile Ambientale e Architettura dell’Università degli Studi di Cagliari (DICAAR), si proverà a stilare una lista di strategie per l’adattamento ai cambiamenti climatici e l’efficientamento energetico, in raccordo con gli strumenti pianificatori dell’Ente.

Cagliari Smart City
Paolo Truzzu, Sindaco di Cagliari

Di seguito sono riportate le dichiarazioni di Paolo Truzzu, Sindaco di Cagliari, riguardo al progetto:

In questo momento storico abbiamo acquisito la consapevolezza che la crescita di una città passa soprattutto per il miglioramento della qualità della vita attraverso tutela ambientale e sicurezza.

Il programma avviato con Fastweb ci permetterà di ottenere informazioni puntuali e oggettive grazie alle quali prendere le giuste decisioni per il bene e la salute dei cittadini.

Il Comune di Cagliari specifica che per ridurre ulteriormente l’impatto ambientale per i cittadini, per l’implementazione delle videocamere, dei punti di accesso Wi-Fi e dei sensori intelligenti di rilevamento del clima verranno utilizzate, ove possibile, le palificazioni già esistenti come semafori e pali dell’illuminazione pubblica.

I lavori di montaggio della piattaforma digitale a Cagliari inizieranno nelle prossime settimane e si protrarranno fino a un’ipotetica data di completamento fissata per l’anno 2023.

Unisciti gratis al canale @mondomobileweb di Telegram per rimanere aggiornato sulle ultime novità della telefonia.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Ti potrebbe interessare

Back to top button