FiberCop

TIM: Senigallia, Ivrea, Ragusa e altri comuni nel piano di copertura di FiberCop in rete FTTH

TIM ha continuato ad annunciare nuovi ingressi nel piano di copertura in tecnologia FTTH di FiberCop, aggiungendo comuni più o meno grandi in tutta Italia, con lavori di cablaggio spesso già iniziati.

Innanzitutto, si evidenzia che oltre ai diversi progetti già avviati il mese scorso, il 22 Aprile 2021 è stato annunciato il via al progetto Smart District per la digitalizzazione del distretto industriale di Cairo Montenotte, in provincia di Savona, che interessa un bacino di 18 comuni.

L’obiettivo del progetto Smart District è quello di raggiungere le aree industriali del Paese per permettere loro di avvantaggiarsi di tutte le soluzioni tecnologiche più recenti, a partire dall’automazione fino alla manutenzione da remoto, l’impiego di soluzioni cloud e la gestione della logistica delle flotte aziendali.

Gli aggiornamenti di TIM sul piano di copertura FiberCop

Passando alla copertura rispetto all’ultimo aggiornamento, si parte con l’inserimento di Ascoli Piceno, Montecatini-Terme, Cava de’ Tirreni, L’Aquila e il comune di Poggibonsi.

Ad Ascoli Piceno l’investimento stimato di TIM sarà di circa 4,5 milioni di euro per 16.000 unità immobiliari, con lavori già iniziati, mentre a Montecatini Terme si parla di 7500 unità immobiliari con investimento stimato di 3,5 milioni di euro per la copertura in tecnologia FTTH.

Per quanto concerne Cava de’ Tirreni, la città campana è stata inserita nel piano nazionale di cablaggio in tecnologia FTTH di FiberCop con un investimento stimato di 3,5 milioni di euro per la copertura in fibra di 14.500 unità immobiliari. I lavori sono già iniziati in diverse zone della città.

A L’Aquila l’investimento è invece di 9 milioni di euro per coprire oltre 24.500 unità immobiliari, anche in questo caso con i primi lavori già iniziati in molte zone della città. Invece, a Poggibonsi l’investimento è di 3,5 milioni di euro per la copertura di 9500 unità immobiliari.

Più recentemente, il 27 Aprile 2021, è stato annunciato anche l’ingresso nel piano di FiberCop di Quartu S. Elena per la copertura di 20.500 unità immobiliari a fronte di un investimento stimato di 7,5 milioni di euro, e Senigallia, in cui stima un investimento di 4,2 milioni di euro per circa 15.000 unità immobiliari.

Per conoscere le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

Al 28 Aprile 2021 risale invece la notizia del cablaggio, a Bolzano, di 15.000 unità immobiliari già collegate alla nuova rete FTTH fino a 1 Gbps di FiberCop. L’obiettivo in questa città è quello di collegare 39.000 unità immobiliari a fronte di un investimento stimato di circa 6,5 milioni di euro.

A Premariacco è stata invece potenziata la rete in banda ultralarga fino a 200 Mbps, mentre il 29 Aprile 2021 è stato annunciato l’inserimento di Pontedera e di Spoleto nel piano nazionale di cablaggio in tecnologia FTTH di TIM, per rendere disponibili connessioni fino a 1 Gbps rispettivamente in 10.000 e 14.500 unità immobiliari.

Nella stessa data è stato annunciato anche l’inserimento di Ivrea (10.000 unità immobiliari) a cui hanno fatto seguito il 30 Aprile 2021 Ragusa (24.500 unità immobiliari) e Rende (11.000 unità immobiliari).

A Bertolo e a Carmignano, invece, è stata incrementata la copertura in FTTC fino a 200 Mbps, mentre gli ultimi comuni inseriti, per ordine di tempo, all’interno del piano di cablaggio di Fibercop sono San Benedetto del Tronto, Sanremo, Marsala, Monfalcone e Nichelino, tra la giornata di ieri e quella di oggi, 5 Maggio 2021.

A San Benedetto del Tronto, il piano di copertura prevede un investimento stimato di circa 4,5 milioni di euro per la copertura di 16.000 unità immobiliari; a Sanremo si parla di 5 milioni di euro per la copertura di 25.000 unità immobiliari; a Marsala, TIM investirà 5,5 milioni di euro per coprire 24.000 unità immobiliari in fibra FTTH; a Monfalcone saranno investiti 3,5 milioni di euro per coprire 11.000 unità immobiliari; a Nichelino il piano prevede 15.000 unità immobiliari in fibra ottica per un investimento stimato di TIM di 3 milioni di euro.

Laddove possibile, TIM tenterà di riutilizzare le infrastrutture già esistenti per ridurre i disagi per la popolazione. Per lo stesso motivo, gli scavi eventualmente da realizzare adotteranno tecniche a basso impatto ambientale, con interventi sulla sede stradale di circa 10 o 15 centimetri.

L’operatore opererà inoltre in partnership con le varie Amministrazioni comunali per limitare i disagi ai cittadini e procedere rapidamente con la realizzazione della nuova rete.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button