FastwebSociale

Fastweb: primi risultati dalla raccolta fondi tra i dipendenti a sostegno delle piccole imprese

Fastweb, tramite l’iniziativa “Fastweb aiuta i piccoli imprenditori“, lanciata in collaborazione con Fondazione Cesvi con l’intento di sostenere le micro e piccole attività a rischio fallimento, ha ottenuto i primi risultati tramite la raccolta fondi.

Confcommercio ha stimato per il 2020 che nella città di Milano era a rischio un’attività commerciale su tre, mentre a livello nazionale, a causa del Covid-19 e del crollo dei consumi, erano prossime alla chiusura definitiva oltre 390 mila imprese del commercio non alimentare e dei servizi di mercato. Tra i settori più colpiti: abbigliamento e calzature (-17,1%), agenzie di viaggio (-21,7%), bar e ristoranti (-14,4%).

L’iniziativa di Fastweb, che si inserisce nel piano di responsabilità sociale lanciato dall’azienda sotto il nome di Nexxt Generation 2025, grazie alla mobilitazione del 90% dei suoi dipendenti (su un totale di 2700 persone), ha raccolto più di 320 mila euro, attraverso il conferimento di Christmas Card aziendali e la donazione di 11 mila ore di lavoro.

La cifra raccolta farà parte di un fondo da 1 milione di euro, costituito da Fastweb a favore delle piccole attività commerciali clienti in difficoltà economiche (bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, piccole agenzie di viaggio, negozi di abbigliamento, di calzature e palestre).

Fastweb

Queste le parole di Gloria Zavatta, Presidente di Fondazione Cesvi:

Il risultato ottenuto in poche settimane testimonia l’alto valore sociale e umano di questa iniziativa che vede Fondazione Cesvi al fianco di un partner attento e socialmente impegnato come Fastweb e i suoi dipendenti che hanno dimostrato passione e attenzione per il prossimo.

L’obiettivo che ora ci poniamo come Fondazione, per la gestione del Fondo costituito da Fastweb, è quello di erogare in maniera veloce ed efficiente i contributi a tutte quelle piccole attività che si trovano di fronte alla difficoltà di operare ancora sul mercato e necessitano di supporto immediato per ripartire.

Siamo sempre più convinti di quanto sia fondamentale proseguire sulla strada della collaborazione tra imprese e non profit per dare sostegno concreto al nostro Paese.

Anna Lo Iacono, Senior Manager of Corporate Social Responsibility di Fastweb, inoltre, ha dichiarato di essere entusiasta per la massiccia adesione da parte dei suoi colleghi d’azienda a questa iniziativa di responsabilità sociale, che intende aiutare nel concreto le piccole attività che rischiano di non sopravvivere.

Il fondo Fastweb, amministrato da Cesvi Fondazione Onlus con la consulenza di Confcommercio, servirà a supportare, le piccole attività commerciali clienti Fastweb che si trovano in situazione di fragilità economica, tramite contributi a fondo perduto da 5 mila euro.

Il bando è aperto a tutte le imprese clienti segnalate a Fondazione Cesvi da Fastweb e dai suoi dipendenti (massimo tre per ciascun dipendente) e che rientrano in determinati requisiti, ovvero: essere clienti Fastweb al 31 dicembre 2019 e ancora in attività; rientrare nei codici ATECO relativi a bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, piccole agenzie di viaggio, negozi di abbigliamento e calzature, palestre; essere ditte individuali o aziende familiari; dimostrare una diminuzione del fatturato di oltre il 30% in un trimestre del 2020 rispetto al 2019.

Le aziende segnalate verranno contattate da Cesvi, mentre la procedura di assegnazione verrà certificata da un Comitato Tecnico, nominato e istituito dalla Fondazione insieme a Fastweb e a rappresentanti di Confcommercio e del mondo accademico.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button