Sicurezza Mobile

Mi Manda RaiTre sui casi di frode informatica e SIM Swap: i consigli dell’AGCOM

Nella puntata del 14 Gennaio 2021 di Mi Manda RaiTre, la trasmissione si è concentrata anche sulla pratica del SIM Swap, con la presenza di Enrico Maria Cotugno, Vicedirettore della Direzione Tutela Consumatori di AGCOM.

Come noto, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni è impegnata nel contrasto alle pratiche fraudolente legate al furto di dati personali e dei dati della SIM.

È già in corso, infatti, una consultazione pubblica per migliorare la normativa e ridurre i casi del cosiddetto SIM Swap, una truffa legata allo sostituzione della SIM di un cliente ignaro per scopri fraudolenti.

Dopo un servizio legato al rischio di truffe bancarie e alla responsabilità addebitata dagli istituti di credito agli utenti che sono stati raggirati e che hanno visto sottratto il loro denaro, Mi Manda RaiTre ha aperto un collegamento con Il Dottor Cotugno, per parlare più nello specifico di SIM Swap.

Il Vicedirettore della Direzione Tutela Consumatori di AGCOM ha confermato che la quantità di truffe SIM Swap è incrementata sensibilmente già dall’inizio dell’estate, prevalentemente per la realizzazione di truffe bancarie.

L’Autorità ha ricevuto numerose segnalazioni di casi di sostituzione di SIM, per passaggio ad altro operatore o presunto furto e deterioramento, all’insaputa dell’utente effettivamente titolare delle stesse. Da qui, l’esigenza di avviare la consultazione pubblica sopra citata per individuare, insieme agli operatori, delle soluzioni che rendano impossibile o più difficile il furto della SIM.

A tal proposito, è stato brevemente ricordato che la sostituzione della SIM di un utente ignaro da parte di un soggetto terzo non autorizzato rappresenta una pratica particolarmente pericolosa, perché può permettere a quest’ultimo di eludere le procedure di sicurezza nei servizi di home banking e anche di entrare in possesso di altri dati riservati di diversa natura.

La proposta dell’Autorità consiste quindi nell’estendere l’obbligo di identificazione del soggetto anche in caso di sostituzione della SIM, così da verificare che a domandare la sostituzione sia il reale titolare. Inoltre, sono stati previsti sistemi di notifica, ad esempio tramite SMS o email ai numeri e indirizzi verificati in precedenza da parte del reale titolare della SIM, così da permettere di conoscere il tentativo di sostituzione e bloccarlo per tempo.

Per conoscere in tempo reale le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

SIM Swap

Il Dottor Cotugno è stato interpellato anche in merito alle pratiche risarcitorie degli istituti di credito, che secondo quanto raccontato in trasmissione addebitano solitamente la responsabilità dell’accesso fraudolento ai clienti stessi, caduti nella trappola tesa da ignoti, anche nei casi appunto di SIM Swap.

A tal proposito, Cotugno ha evidenziato che l’AGCOM sta ancora lavorando con i soggetti interessati anche per migliorare la sicurezza dei conti bancari online, rendendo più blindata la procedura di trasferimento di denaro.

Tuttavia, vista la complessità della fattispecie criminale, secondo Cotugno è importante tentare di ridurre individualmente, e a monte, i rischi di cadere in una truffa basata sul phishing tramite alcuni accorgimenti.

Con stretto riferimento all’home banking, Cotugno ha ricordato ad esempio che la banca non ha motivo di mandare un SMS con link da cliccare, o di contattare il suo cliente per via telefonica da un numero diverso da quello conosciuto e ufficiale.

In linea generale, il cliente dovrebbe quindi fidarsi esclusivamente delle comunicazioni originali e dovrebbe mettersi in contatto con la banca solo dal numero conosciuto o tramite i servizi di assistenza ufficiali, senza fornire dati che la banca non avrebbe alcun motivo di chiedere.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button