Reti 5GFastweb

Fastweb: autobus connesso in 5G in collaborazione con Ericsson per il progetto #Roma5G

Fastweb ha presentato insieme a Ericsson e in collaborazione con Atac (l’azienda dei trasporti del Comune di Roma) una nuova sperimentazione nella cornice del progetto #Roma5G, un autobus connesso.

Nella conferenza di oggi, 23 Luglio 2020, è stato mostrato “il primo autobus connesso in 5G della Capitale”, che tramite la rete di quinta generazione può abilitare una serie di servizi e soluzioni innovative.

Ad esempio, nell’autobus 5G è presente una piattaforma di videosorveglianza per monitoraggio e segnalazioni in tempo reale delle situazioni di pericolo, che trasmette le immagini al centro di controllo di Atac e tramite l’IA le analizza in tempo reale per segnalare ad esempio situazioni critiche come bagagli incustoditi.

Il sistema potrà essere usato anche per rilevare il flusso dei passeggeri e per contrastare il cosiddetto fenomeno del free riding, ovvero la corsa senza un biglietto valido.

La cabina dell’autista è invece dotata di un pulsante per le emergenze che, tramite cloud, lancia un allarme al centro di controllo inviando la posizione esatta del mezzo.

Inoltre, è stata mostrata una soluzione di telemetria in tempo reale e manutenzione predittiva che tramite un sistema di diagnostica di bordo gestisce il monitoraggio dello stato di salute e della vivibilità del veicolo, segnalando inoltre problemi come pressione e direzione del motore, velocità e consumo effettivo, livello di umidità e temperatura all’interno dell’autobus.

Per lo sviluppo dei servizi digitali, Fastweb ed Ericsson hanno realizzato una piattaforma integrata che utilizza frequenze 5G a 26GHz messe a disposizione dall’operatore, che sfruttano la piattaforma IoT di Ericsson per inviare i dati in tempo reale.

Marco Arioli, Head of Network Engineering di Fastweb, ha così commentato la sperimentazione:

“Grazie a questa sperimentazione mostriamo un piccolo ma significativo assaggio di come le reti 5G trasformeranno il settore dei trasporti pubblici, uno degli ambiti dove questa tecnologia avrà impatti enormi in termini di ridefinizione delle città. Grazie alle sue caratteristiche principali di bassa latenza, affidabilità e ampia copertura, il 5G conferirà a questo comparto livelli di prestazione elevatissima e la comunicazione tra veicoli e oggetti raggiungerà una velocità e un grado di precisione impensabili fino a oggi.”

Della stessa idea Giancarlo di Bernardo, Direttore Vendite di Ericsson Italia, che ha mostrato soddisfazione per la collaborazione con Fastweb nell’ambito del progetto #Roma5G di Roma Capitale e ha evidenziato l’importanza di accelerare il processo di trasformazione digitale del Paese tramite il 5G.

Massimo Bugani, Capo staff della Sindaca Raggi con delega all’Innovazione ha invece ricordato che sul 5G ci si muove sempre “all’interno dei limiti stabiliti a livello nazionale”, ritenuti “cautelativi e accettabili, di gran lunga inferiori a quelli stabiliti dall’Unione Europea”.

Infine, Francesco Amendola, Direttore ICT di Atac S.p.A., ha così commentato gli esiti della sperimentazione:

“La sperimentazione 5G ha dimostrato che la tecnologia è in grado di rendere più sicuri ed efficienti i nostri mezzi. Non solo possiamo individuare in modo automatico e in tempo reale situazioni critiche all’interno degli autobus, ma siamo in grado anche di rilevare preventivamente anomalie di funzionamento. Questo ci consente di intervenire prima che si trasformino in problemi operativi, con benefici evidenti per i nostri clienti. Le nuove reti 5G, inoltre, ci offrono l’opportunità di considerare scenari innovativi ed interessanti in ottica di Smart City. Possiamo immaginare di utilizzare bus e tram come “sensori mobili” dentro la città: ad esempio per rilevare lo stato del manto stradale, della segnaletica e del verde urbano. Le possibilità che si aprono sono numerosissime.”

Nell’ambito della sperimentazione è stato anche sviluppato un sistema per la gestione intelligente del traffico che riesce ad assegnare una priorità ai mezzi pubblici per regolare il loro passaggio riconfigurando i semafori. Tale procedura potrà anche essere utilizzata per altri veicoli come i mezzi di soccorso e delle forze dell’ordine.

Inoltre, Fastweb ed Ericsson hanno mostrato un’App per smartphone che mira a facilitare l’esperienza di viaggio dei cittadini, offrendo informazioni sulle linee in arrivo, grazie al riconoscimento automatico della fermata, e sul tempo di attesa stimato in base alle reali condizioni del traffico, sul numero di persone a bordo e sui posti liberi.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button