ServiziTim FissoRimodulazioni TariffarieTim

TIM Pay for Me, annunciata la chiusura del servizio per chiamate con addebito

TIM ha comunicato nelle ultime ore la prossima chiusura del servizio denominato Pay for Me, che consente di chiamare un numero di rete fissa o mobile TIM e addebitare i costi della conversazione al cliente destinatario della telefonata.

La notizia è stata annunciata dall’operatore sul suo sito web ufficiale, nella sezione News (Per i Consumatori), già dal 10 Luglio 2020, ma la pagina di questa comunicazione ai clienti è stata resa visibile solo nelle ultime ore di oggi, 13 Luglio 2020.

Dunque, secondo quanto viene riportato, a partire dal 14 Settembre 2020 il servizio “Pay for Me” verrà cessato e non sarà più disponibile. Il servizio verrà disattivato automaticamente senza costi.

Il servizio in questione era nato nel lontano 4 Giugno 2002, e fino ad ora consentiva al chiamante di addebitare il costo della chiamata su un numero TIM fisso o mobile che riceveva la telefonata. Negli ultimi tempi il servizio poteva essere utilizzato per chiamare un numero fisso o mobile di TIM dall’Italia (da fisso e da mobile TIM, Vodafone o Wind) e dall’estero (da mobile TIM o Wind).

Per conoscere tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb e rimanere sempre aggiornati sul mondo della telefonia mobile.

Pay for Me

Per fare ciò bastava digitare la stringa 4088, seguita dal numero fisso o mobile di TIM da chiamare e a cui addebitare il costo della chiamata, in questo caso valida se si utilizzava il servizio dall’Italia telefonando da telefono fisso, da un cellulare TIM (anche con credito esaurito) o WINDTRE (in precedenza con l’ex brand Wind) o anche dall’estero tramite numeri mobili di TIM e WINDTRE (ex brand Wind) sotto copertura roaming internazionale. In quest’ultimo caso non era necessario digitare il prefisso internazionale.

Da un numero mobile Vodafone era invece possibile effettuare la richiesta di addebito a un numero TIM utilizzando la stringa *111* seguita dal numero da chiamare e dal tasto # (cancelletto).

Il cliente che riceveva la chiamata con addebito a suo carico veniva avvisato preventivamente da un messaggio grazie al quale poteva decidere se accettare o rifiutare la richiesta.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button