Tlc

Telefonia: i brand perdono valore con la pandemia di Coronavirus, Fastweb è l’eccezione

Secondo un report di Brand Finance, società di consulenza specializzata nella valutazione aziendale delle attività immateriali e dei marchi, l’epidemia di Coronavirus ha causato una perdita di diversi miliardi di euro ai principali brand italiani. Tra questi, rientrano anche quelli del settore delle telecomunicazioni.

Secondo Brand Finance, il valore dei top 50 brand italiani ha subito una perdita del 14% circa, per un totale di 19 miliardi di euro, a causa della pandemia.

Il valore cumulativo dei trademark dei 50 principali brand italiani al 1° Gennaio 2020 era di 143 miliardi di euro, superiore alla controparte spagnola ma di gran lunga inferiore ai top 50 francesi e tedeschi (pari rispettivamente a 373 miliardi e 447 miliardi).

L’impatto negativo è dovuto alla riduzione della capacità di acquisto dei consumatori e al conseguente indebolimento dell’immagine e della reputazione del brand.

In tal senso, se Gucci, Enel e Generali presentano ancora una crescita elevata in valore assoluto, TIM sarebbe invece uno dei marchi con la maggiore perdita di valore.

Mentre i marchi principali restano ancora quelli del settore di lusso e del comparto bancario e assicurativo, il settore delle telecomunicazioni e dei media secondo il report si trova attualmente “in una fase di profondo cambiamento”, con forti difficoltà per tutti i principali brand italiani. Ad esempio, il valore stimato da Brand Finance per il marchio di TIM e di WindTre è in calo del -10%, a causa della pandemia.

Un’eccezione è invece rappresentata da Fastweb, che secondo il report sta invece al contrario guadagnando quasi il 10% in valore in questo periodo. Stabili invece i brand di Rai e Mediaset.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Continua a leggere

Back to top button
Close