IntervisteReti e Frequenze

Desulo e il caso della fibra, il Sindaco Littarru: “Fine divario impressionante, favorevole al 5G”

In un periodo in cui si discute molto sulla rete unica in fibra e sui ritardi nella connessione delle aree bianche, c’è un piccolo comune sardo in provincia di Nuoro, Desulo, che avrà attiva a breve una rete pubblica a banda larga per i suoi cittadini. Il Sindaco, Gian Luigi Littarru, ha infatti annunciato pochi giorni fa l’avvio dei lavori da parte di Infratel.

Il Comune di Desulo ha circa 2300 abitanti ed è un tipico paesino di montagna, si trova nel cuore della regione montuosa della Barbagia, a circa 900 metri sul livello del mare, ed è conosciuto in Sardegna, in Italia e anche nel mondo per il suo costume tradizionale che viene spesso definito “unico nel suo genere”.

Fibra

Molto meno degna di nota, invece, la sua attuale situazione di connettività alla rete internet, soprattutto per le linee fisse, dove come in molti comuni montani o lontani dai grandi centri non è ancora arrivata la fibra ottica, né fino al cabinet e nemmeno fino a casa. Una situazione di difficoltà accentuata poi anche dal periodo di emergenza Coronavirus.

Tuttavia, lo scorso 9 Giugno 2020, con un comunicato stampa, il Sindaco Gigi Littarru annunciava l’avvio dei lavori durante la stessa settimana, dopo quasi 2 anni di attese e ritardi, nell’ambito del piano di copertura di Infratel per le aree bianche.

Si tratta infatti di lavori che realizza direttamente Infratel Italia, la società in house del MISE, che sta creando una rete di proprietà dello Stato visto che il comune di Desulo fa parte delle cosiddette aree bianche, ossia quelle zone dove gli operatori privati non hanno intenzione di investire direttamente nella realizzazione delle reti.

Il ritardo di oltre 18 mesi sottolineato dal Sindaco nella nota stampa sarebbe stato dovuto all’abbandono dei lavori da parte della società che aveva vinto l’appalto nazionale.

Il Sindaco Littarru aveva dichiarato: “dobbiamo superare un divario democratico, oggi chi è internet-escluso è un cittadino dimezzato, soprattutto in questa fase storica che ha imposto la scuola digitale ed il lavoro a distanza. La realizzazione della banda ultra larga consentirà al nostro comune ed a tutto il territorio di contrastare gli svantaggi della marginalità e dello spopolamento”.

MondoMobileWeb ha avuto modo di sentire il Sindaco di Desulo, Gigi Littarru, per approfondire una questione simile anche per molti altri piccoli comuni italiani e per chiedere anche un parere sul tema delle reti mobili e sulle polemiche sulla nuova tecnologia 5G.

Il Sindaco ha spiegato innanzitutto che i lavori per la fibra si sono interrotti nel 2017 a causa di problemi contrattuali con Ericsson. Un ritardo che in questo periodo ha accentuato ulteriormente i ritardi nella connettività in piccoli comuni come Desulo, dove fino ad ora le linee fisse del paese arrivano ad una velocità di circa 3 Mbps, con il Sindaco che si lamenta che nel piccolo comune nuorese si pagano “bollette come a Cagliari che viaggia almeno a 100 Mbps”.

Con la partenza dei lavori nei giorni scorsi, i tempi stabiliti per la posa in opera della fibra sono di 60 giorni. In questo caso Infratel realizza per i cittadini una rete in FTTC, cioè con la posa della fibra fino al cabinet stradale, mentre per l’ultimo tratto fino alla casa del cliente si continuerà ad usare il doppino in rame.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori di telefonia, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Desulo Littarru
Foto di Alberto Zilaghe

In questo caso l’unico gestore che ha dato la propria disponibilità ad attivare delle linee commerciali per i cittadini è TIM, a cui spetterà il compito di “illuminare” la nuova rete pubblica di Desulo e “mettere fine ad un divario impressionate” come sottolinea Littarru.

Per quanto riguarda invece gli edifici pubblici sarà realizzata da Infratel una rete in FTTH, per cui sarà previsto poi un bando per la gestione delle linee della pubblica amministrazione.

Oltre ai problemi con la fibra, spesso le piccole realtà hanno problemi anche con la connettività mobile. MondoMobileWeb ha quindi chiesto al Sindaco Gigi Littarru qual è la situazione della connettività mobile a Desulo e, a questo proposito, cosa ne pensa del 5G e delle relative polemiche e ordinanze di divieto emanate da molti suoi colleghi sindaci.

Il Sindaco ha risposto come segue: “Per quanto riguarda la connettività mobile, il paese è coperto al 100% con WINDTRE, TIM e Vodafone con LTE. Per quanto riguarda invece il 5G io sono favorevolissimo. Tutte le favole sull’inquinamento non stanno né in cielo né in terra. Siamo tempestati da continue onde, quindi… E poi se vogliamo uscire dall’isolamento dobbiamo permettere alla tecnologia di sperimentare nuove tecnologie che ci permettano di vivere in montagna ma connessi con il mondo. Occorre che anche in Italia, come in Estonia, internet diventi un diritto per tutti i cittadini”.

Ritornando alla connettività fissa, è invece diverso il discorso per la rete in Fibra FTTH del Piano BUL per le aree bianche: in quel caso il bando per la Sardegna è stato vinto lo scorso anno da Open Fiber, che avrà in concessione la rete statale e realizzerà la Fibra fino a casa anche per i privati cittadini e le imprese, ma in questo caso per l’effettiva realizzazione a Desulo se ne riparlerà solo nel prossimo triennio.

 

Per rimanere sempre aggiornati sui nuovi articoli di MondoMobileWeb è possibile unirsi gratis al canale ufficiale di Telegram.

Seguici anche su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Condividi le tue opinioni o esperienze nei commenti.

Altre Notizie

Back to top button