Tlc

Fusione Vodafone Australia e TPG: presentata la lista del Consiglio di Amministrazione

Si avvicina la conclusione della fusione tra Vodafone Hutchison Australia e TPG, con l’annuncio ieri 19 Maggio 2020 dello schema di presentazione dei componenti del Consiglio di Amministrazione per la nuova entità.

Iñaki Berroeta, il CEO di Vodafone Australia, ricoprirà anche il ruolo di Managing Director e CEO dell’entità post-fusione, a capo di un board formato da rappresentanti di Vodafone Australia e TPG e da due amministratori indipendenti.

Nel complesso, il management scelto comprenderà nomi internazionali provenienti prevalentemente dal settore delle telecomunicazioni, che potranno assicurare alla nuova entità “un set differenziato di skills e prospettive”.

Di seguito la composizione del Consiglio di Amministrazione, formato da 10 consiglieri: David Teoh (Presidente), Iñaki Berroeta (CEO), Canning Fok, Frank Sixt, Diego Massidda, Pierre Klotz, Robert Millner, Shane Teoh, Helen Nugent e Arlene Tansey.

Si tratta di nomi strettamente legati a Vodafone Hutchison e TPG, ad eccezione di Helen Nugent e Arlene Tansey, i due consiglieri indipendenti, con una solida esperienza nel settore dei servizi finanziari e commerciali.

Secondo quanto dichiarato, il 24 Giugno 2020 si terrà una riunione per permettere agli azionisti di TPG di votare lo schema del board proposto prima del passaggio regolatorio per l’ultima approvazione.

Dopo l’approvazione degli azionisti di TPG e della Corte, Vodafone ritiene che lo schema possa essere effettivo dal 29 Giugno 2020, con l’implementazione il 13 Luglio 2020.

La fusione tra Vodafone Australia e TPG era stata dapprima ostacolata dall’Australian Competition & Consumer Commission, che l’aveva ritenuta una minaccia per la concorrenza nel settore, dal momento che TPG poteva entrare con le proprie forze nel mercato di rete mobile invece di procedere con la concentrazione con Vodafone Hutchison Australia.

In seguito alla decisione della Federal Cout sul via libera all’iniziativa, l’ACCC aveva reso noto che non avrebbe fatto appello e i due operatori avevano fissato il termine dell’operazione entro la metà del 2020. Nonostante l’epidemia di Coronavirus, i lavori stanno procedendo da remoto per rispettare i termini annunciati.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Tag

Articoli Correlati

Back to top button
Close