Mise: avviata la procedura selettiva per i progetti di sperimentazione in 5G a Genova


Il Mise (Ministero dello sviluppo economico) avvia la procedura per l’acquisizione di proposte di progetto che prevedano l’utilizzo delle nuove tecnologie 5G al fine di poter fruire dei finanziamenti stanziati.

Come emerge dal comunicato stampa dell’11 marzo 2020, per il finanziamento dei progetti di ricerca e sviluppo finalizzati alla sicurezza delle infrastrutture stradali, da realizzare nell’area metropolitana di Genova e che rientra nell’ambito delle azioni della strategia europea per i sistemi di trasporto intelligenti, cooperativi ed automatizzati, è stato previsto nello stato di previsione del Ministero l’istituzione di un fondo con una dotazione di 2 milioni di euro.

Come da bando ufficiale potranno partecipare alla procedura selettiva gli operatori che risultano essere titolari dei diritti d’uso delle frequenze per la fornitura di reti e servizi di comunicazione elettronica, in accordo con le amministrazioni centrali e locali, università, enti e centri di ricerca, imprese di livello nazionale o internazionale, che mostrino di avere delle specifiche competenze nel settore interessato dalle sperimentazioni.

Già dal Novembre 2019, nel porto antico di Genova, presso Eataly Genova, sono stati oggi presentati i risultati della prima fase della sperimentazione su rete 5G.

Proprio nel capoluogo ligure sono stati soprattutto testati dei servizi basati su rete 5G e dedicati alla sicurezza, al turismo e alla smart city, come ad esempio progetti di videosorveglianza, realtà virtuale e monitoraggio ambientale per l’area del Porto Antico.

Le modalità ed i criteri per la presentazione e per la selezione delle proposte progettuali sono stati definiti dalla DGSCERP con Avviso pubblico del 5 marzo 2020.

La richiesta di partecipazione alla procedura, secondo le modalità previste dall’Avviso pubblico, dovrà essere consegnata brevi manu, in plico chiuso e sigillato, dal lunedì al venerdì (esclusi i giorni festivi) dalle ore 10,00 alle ore 13,00, presso la sede dell Ministero dello Sviluppo Economico, Direzione Generale per i servizi di comunicazione elettronica di radiodiffusione e postali sita in Viale America 201, 00144 Roma, quinto piano, stanza A537.

La domanda dovrà inoltre, essere inviata per mezzo di posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: dgscerp.div02@pec.gov.it.

Il termine di presentazione delle domande è il 15 maggio 2020.

Nel caso di eventuali richieste di maggior informazioni e chiarimenti, esse potranno essere formulate esclusivamente in forma scritta, per mezzo PEC all’indirizzo dgscerp.div02@pec.mise.gov.it, fino al 17 aprile 2020, le quali riceveranno risposta entro il 27 aprile 2020 e pubblicate anche sul sito internet del Ministero dopo esser state rese in forma anonima.

Responsabile del procedimento sarà la Dottoressa Donatella Proto.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News (cliccando sulla stellina o su Segui), Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.