Vodafone: in Italia il maggior consumo di dati in Europa. Oltre 2 mln di Terabyte in tutto il mondo


Con il lancio delle sue offerte fully unlimited in diversi Paesi europei, Italia inclusa, Vodafone Group ha sperimentato un’elevata crescita del traffico dati per i suoi clienti nel corso degli ultimi mesi. E nel consumo di traffico dati l’Italia è in testa, con un distacco netto, rispetto a tutti gli altri mercati europei.

Nel suo ultimo bilancio a livello di Gruppo di pochi giorni fa, Vodafone ha reso noto infatti che il volume di traffico dati sul suo network ha continuato a crescere del 45%, in media, in tutta Europa.

Così, secondo le ultime rilevazioni la media europea di consumo di traffico dati della base clienti di Vodafone ha raggiunto quota 4,5GB al mese, contro i 3,3GB dell’anno precedente.

Vodafone

Nel dettaglio, come sopra accennato, analizzando i dati forniti da Vodafone si nota come il valore più elevato di traffico dati consumato in Europa, misurato in Terabyte, sia quello italiano.

In Italia, infatti, si è passati dai 265.983 terabyte della fine del 2018 a 404.935 terabyte nella fine del 2019: si tratta di un balzo di circa 140 terabyte in un anno, rendendo l’Italia anche il Paese con il ritmo di crescita più elevato in Europa.

In Germania e Regno Unito, invece, il traffico dati aggiornato alle ultime rilevazioni si ferma rispettivamente a 233.929 e 208.648 terabyte totali, rispetto ai 169.147 e 129.633 dell’anno precedente. Anche qui il ritmo di crescita è comunque discreto, ma l’Italia quasi raddoppia i valori del Regno Unito.

Con riferimento invece alla Spagna, un mercato europeo ancora critico per Vodafone, il traffico dati totale alla fine del 2019 è stato di 189.603 terabyte, in buona crescita rispetto ai 132.309 terabyte dell’anno precedente.

Infine, Portogallo, Romania e Grecia mostrano valori estremamente più misurati e una crescita non eccessivamente rapida, ma contribuiscono a portare il totale a quota 1.300.427 Terabyte consumati in Europa. Di questi, in rapporto percentuale, il 31% circa è generato in Italia.

Per le sue rilevazioni, Vodafone ha tenuto conto della somma tra il traffico dati di downlink e quello di uplink in tutti gli APN, incluso il traffico dei roamer in entrata e degli MVNO ed esclusi i dati del traffico VoLTE. Si ricorda che il singolo Terabyte equivale a 1024 Gigabyte.

Per conoscere in tempo reale tutte le novità degli operatori di telefonia mobile, è possibile unirsi gratuitamente al canale Telegram di MondoMobileWeb per essere sempre informati sul mondo della telefonia mobile.

Fonte: dati Excel di Vodafone Group allegati all’ultimo bilancio.

I dati fin qui esposti si riferiscono esclusivamente al mercato europeo, quello in cui Vodafone ha dichiarato di volersi concentrare da ora in avanti per lo sviluppo della sua rete 5G e per ottimizzare la gestione delle sue risorse, anche tramite accordi di condivisione con altri operatori.

Anche nel resto del mondo, i valori riportati mostrano comunque una vistosa crescita, trainata essenzialmente dal mercato turco.

La Turchia è infatti l’unico Paese a superare i valori dell’Italia, a quota 410.807 terabyte consumati, contro i 297.214 dell’anno precedente.

Seguono Vodacom con 160.189 terabyte di traffico dati nelle ultime rilevazioni, l’Egitto (si ricorda in tal senso il recente memorandum d’intesa per la cessione del 55% a stc) con 137.520 terabyte e il resto del mondo con altri 30.871 terabyte.

In totale, sommando quindi Europa e altre aree, sulle reti Vodafone si sono consumati 2.039.814 terabyte di traffico dati nella fine del 2019.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.