TIM ha ottenuto la certificazione UNI ISO 37001 per i sistemi di gestione anticorruzione


TIM ha ottenuto la certificazione UNI ISO 37001 per i sistemi di gestione anticorruzione, rilasciata dall’ente accreditato RINA. Si tratta della prima volta per un’azienda di servizi di telecomunicazione del Dow Jones Sustainability Index Europe 2019.

RINA ha certificato circa il 40% dei siti censiti per questo standard UNI ISO 37001 e ha analizzato l’intera ragione sociale TIM S.p.A., con circa 800 sedi in tutta Italia. Alla consegna della certificazione ufficiale è stato presente il nuovo Presidente di TIM, Salvatore Rossi.

La cooptazione e la nomina a Presidente Rossi è stata deliberata nel corso del Consiglio di Amministrazione del 21 Ottobre 2019, dopo le dimissioni di Fulvio Conti. Il suo nome è legato alla Banca d’Italia, di cui è stato Vice Direttore e poi Direttore Generale.

TIM ISO anticorruzione

A sinistra, il Presidente di TIM, Salvatore Rossi. A destra, il CEO di RINA, Ugo Salerno.

   

A Roma, per la consegna della certificazione, era presente anche il CEO di RINA, Ugo Salerno.

Il comunicato ufficiale dell’azienda evidenzia come l’operatore sia determinato a “contrastare il fenomeno corruttivo nell’ambito delle proprie attività e relazioni di affari, in coerenza con i valori espressi dal Codice Etico e di Comportamento del Gruppo e secondo il principio di “tolleranza zero” verso i comportamenti non allineati”.

Come riporta RINA, l’iter di certificazione della norma ISO 37001 “Anti-bribery management systems” prevede un audit iniziale in due stage, un audit di sorveglianza nel primo e secondo anno e un ultimo audit di rinnovo della certificazione al terzo anno.

Lo scopo è quello di definire requisiti per la pianificazione e l’attuazione di un sistema di gestione e controllo dei rischi di corruzione.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.