L’Antitrust avvia istruttoria su Persidera: possibili rischi per la concorrenza nel settore


L’Antitrust ha avviato l’istruttoria sull’operazione che prevede l’acquisizione di Persidera, società del Gruppo TIM, da parte di F2i. Secondo l’Autorità, la concentrazione potrebbe presentare dei possibili rischi per la concorrenza nei diversi mercati di riferimento.

La cessione di Persidera è stata confermata anche nel corso dell’ultima presentazione dei risultati finanziari di TIM, in cui è stato evidenziato il beneficio per il Gruppo in termini di riduzione dell’indebitamento netto, per circa 160 milioni di euro.

In tal senso, si evidenzia che attualmente il capitale di Persidera è detenuto al 70% da TIM e al 30% da GEDI Gruppo Editoriale. Nel 2018, l’azienda ha realizzato un fatturato di 76,1 milioni di euro, interamente in Italia.

Come ricorda anche il testo del provvedimento dell’AGCM, l’operazione prevede in primo luogo la scissione delle società Persidera e TIMB2 S.r.l. in due società di nuove costituzione, denominate NetCo e MuxCo.

   

Alla prima confluirà “il compendio aziendale delle infrastrutture per la trasmissione radiotelevisiva su frequenze terrestri” mentre Muxco deterrà le attività immateriali, come i diritti d’uso e alcune risorse di rete, gestendo i rapporti commerciali con i fornitori di servizi media audiovisivi.

NetCo è la società che verrà acquisita da EI Towers, mentre MuxCo da F2i SGR. Di seguito lo schema presente all’interno del provvedimento dell’AGCM, che espone graficamente la natura dell’operazione.

Persidera

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha ritenuto necessario avviare la sua istruttoria in quanto F2i controlla EI Towers e ciò potrebbe determinare “la costituzione o il rafforzamento della posizione dominante della nuova entità con effetti di tipo orizzontale, essendo Persidera e EI Towers concorrenti diretti nell’erogazione di servizi full service ad operatori di rete”.

Anche il fattore Mediaset ha destato l’interesse dell’Autorità: l’azienda ha infatti una partecipazione rilevante in EI Towers e l’istruttoria dovrà accertare eventuali rischi di coordinamento tra Persidera e Mediaset, attive nel medesimo mercato.

Riassumendo, dunque, l’AGCM ritiene che l’operazione di concentrazione possa finire per determinare la potenziale costituzione o il rafforzamento di una posizione dominante nei mercati delle infrastrutture per la radiodiffusione televisiva e dei servizi di diffusione televisiva in tecnica digitale.

L’istruttoria deliberata ai sensi dell’articolo 16, comma 4, della legge n. 287/90 si concluderà entro quarantacinque giorni, fatti salvi i termini necessari per l’acquisizione del parere dell’AGCOM.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.