Risultati Fastweb: continua la crescita di clienti e margini. 1.629.000 SIM attive nel mobile


Continua ancora la crescita di Fastweb: l’operatore ha presentato i suoi risultati finanziari del primo semestre del 2019, caratterizzati da un aumento dei clienti fissi e mobili e dei ricavi, grazie agli sforzi dedicati alla convergenza e alla banda larga.

L’operatore ha raggiunto 2,6 milioni di clienti, con un aumento del 4% rispetto al secondo trimestre del 2018, e mostra ricavi per 1.049 milioni di euro, anch’essi in aumento del 4%. Le positive performances sono trainate dall’aumento dei clienti nel segmento broadband, che vede una crescita del 29%, e nel segmento mobile, in crescita del 27%. Nel complesso, Fastweb ha 1.549.000 clienti ultrabroadband e 1.629.000 SIM attive, con una percentuale di clienti convergenti salita al 33%.

Per quanto concerne il segmento Business Unit Enterprise, i ricavi mostrano un incremento del 13% grazie al comparto Public, in crescita per il sesto trimestre consecutivo:

“Fastweb si conferma dunque il primo operatore alternativo nel segmento dei grandi clienti pubblici e privati con una quota di mercato in termini di ricavi pari al 31%, grazie alla costante crescita nel corso degli anni”.

L’EBITDA cresce di conseguenza, a quota 339 milioni di euro. Fastweb ricorda che quello appena concluso è il ventiquattresimo trimestre consecutivo di crescita dei clienti e dei margini.

   
Fastweb clienti

Alberto Calcagno, AD di Fastweb.

L’operatore sta seguendo da tempo una strategia industriale volta a raggiungere la massima convergenza, con investimenti che si concentrano sul 5G e sulla tecnologia FWA. Come recentemente comunicato, Fastweb è diventato il quinto operatore mobile italiano in seguito all’autorizzazione generale da parte del Ministero Dello Sviluppo Economico, completando di fatto la transizione da MVNO a player mobile infrastrutturato.

La rete fissa ultrabroadband di Fastweb è già disponibile in circa 22 milioni di abitazioni, di cui 8 con rete FTTx proprietaria, e i progetti pilota a Bolzano e Biella mirano ad ampliare la rete grazie allo sviluppo della tecnologia 5G FWA, che potrebbe far raddoppiare il numero di famiglie e imprese raggiunte da collegamenti fino a 1 Gigabit al secondo. A ciò si aggiunge la partnership con Wind Tre, che permetterà a Fastweb di iniziare la realizzazione di una rete mobile 5G nazionale a partire dall’anno prossimo.

Il risultato di quanto sopra esposto è una quota di investimenti infrastrutturali pari al 28% dei ricavi (299 milioni di euro) e definita dall’azienda “una percentuale unica nel panorama italiano ed europeo”, che supporterà l’ambizioso piano strategico guidato dall’Amministratore Delegato Alberto Calcagno per rendere Fastweb il primo operatore convergente del Paese.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.