Open Fiber

Open Fiber: parte da Castel Giorgio in Umbria la commercializzazione nelle aree bianche

Parte da oggi la nuova fase del Piano Banda Ultra Larga per i comuni oggetto dei bandi Infratel: Open Fiber ha aperto la commercializzazione dei servizi in fibra ottica nelle aree bianche, partendo da un piccolo comune in provincia di Terni.

Castel Giorgio, in Umbria, è la prima località in cui è stata aperta ufficialmente, oggi, 1° Agosto 2019, la commercializzazione dei servizi fino a 1 Gigabit al secondo. Si tratta dunque del primo comune collaudato delle aree bianche, al quale faranno seguito già nei prossimi giorni altri comuni delle diciassette Regioni interessate dai primi due bandi.

Per l’occasione, a Castel Giorgio si è tenuto un evento ufficiale con l’Amministratore Delegato di Open Fiber, Elisabetta Ripa, e il Presidente della Regione Umbria, Fabio Paparelli. Hanno preso parte anche i primi operatori coinvolti, vale a dire Tiscali, Vodafone, Connesi, Unidata, Fibra City e Techno ADSL.

Elisabetta Ripa, Amministratore Delegato di Open Fiber.

A riguardo, Renato Soru, Amministratore Delegato di Tiscali, è intervenuto affermando che Open Fiber ha realizzato il sogno degli operatori, vale a dire creare una rete indipendente che consenta a tutti di competere ad armi pari. Come noto, l’infrastruttura in fibra di Open Fiber resterà di proprietà pubblica e sarà gestita per 20 anni in concessione dall’azienda, che ne curerà anche la manutenzione.

Di seguito, le parole dell’Amministratore Delegato Elisabetta Ripa, che sottolinea l’obiettivo più volte ripetuto di azzerare il divario digitale nelle aree bianche:

“La commercializzazione dei servizi in fibra nelle aree bianche, che parte oggi ufficialmente a Castel Giorgio ed è già attiva in sperimentazione in 70 comuni, sarà a breve estesa in tutti i comuni cablati, segnando un passo fondamentale nella realizzazione del più grande piano di infrastrutturazione digitale mai realizzato in Italia. Come Open Fiber siamo orgogliosi di portare una connessione ultraveloce e a prova di futuro in oltre 7000 comuni, per azzerare il divario digitale proprio in quelle aree dove si avverte maggiormente”.

Si ricorda che Open Fiber aveva già avviato, solo in via sperimentale, la commercializzazione dei suoi servizi nella fine del 2018, che oggi ha raggiunto i 70 comuni. Secondo l’azienda, i risultati della sperimentazione sono stati molto incoraggianti e hanno mostrato l’interesse dei cittadini nei confronti dei servizi di connettività a banda ultra larga.

Sempre nel corso dell’evento è stato ricordato il piano di cablaggio in Umbria, che coinvolgerà 190.000 unità immobiliari in 77 comuni, per un investimento complessivo pari a circa 55 milioni di euro. Open Fiber è inoltre attiva anche nelle aree dei cluster A e B, vale a dire quelle a successo di mercato. A Perugia, infatti, l’operatore ha già terminato i lavori, mentre a Terni verrà presto ultimato il cablaggio. Lavori in corso anche a Foligno.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button