Tiscali: sottoscritto un accordo con Linkem per l’estensione della copertura FWA 4.5G


Tiscali ha sottoscritto nella giornata di oggi, 2 Luglio 2019, un importante accordo con l’operatore Linkem, volto ad estendere la sua copertura con la tecnologia Fixed Wireless Access 4.5G nel territorio italiano.

Come rende noto il comunicato stampa ufficiale odierno, Tiscali mira adesso ad estendere il suo attuale target di mercato anche grazie al servizio FWA wholesale di Linkem, per intercettare la parte di utenza interessata a una soluzione più flessibile e scalabile al 5G a tempo debito.

Di seguito, il commento di Renato Soru, l’Amministratore Delegato di Tiscali:

   

“La collaborazione con Linkem ci permette di ampliare il nostro mercato e ribadire una volta ancora la missione di Tiscali, garantire il diritto all’accesso a servizi internet ultra veloci, in modo semplice e affidabile, ovunque”.

Al suo commento, si è affiancato quello di Davide Rota, Presidente e Amministratore Delegato di Linkem, che ha così giudicato l’accordo presentato oggi:

“L’accordo siglato con Tiscali conferma l’approccio di Linkem di una rete aperta anche in ottica 5G. La tecnologia FWA si conferma tra le soluzioni più innovative e flessibili per offrire connettività alle famiglie e le imprese e supportare la trasformazione digitale del Paese”.

Anche Tiscali è dunque dell’opinione che la tecnologia Fixed Wireless Access rappresenti “la nuova frontiera delle connessioni dati di tipo fisso”, come a più riprese sottolineato da Fastweb con diretto riferimento al 5G. E in tal senso, l’operatore Linkem è proprio leader di mercato in questo segmento, con una copertura del 65% su frequenza 4G-Advanced.

Attraverso questo accordo, Tiscali estende ancora il suo mercato per i servizi FWA, che già grazie all’accordo con Fastweb potrebbe raggiungere un volume potenziale di circa 6,5 milioni di famiglie e aziende. Il nuovo accordo segue dunque perfettamente il Piano Industriale per il periodo 2018-2021, che punta a rendere Tiscali un operatore in grado di competere sia nella fibra che nel 5G, grazie anche a una posizione debitoria meno greve rispetto al passato.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.