Open Fiber

Siglato un accordo tra San Donà di Piave e Open Fiber per il passaggio della fibra ultraveloce

Il Comune di San Donà di Piave, retto dal Sindaco Andrea Cereser, ha siglato un accordo con Open Fiber per il passaggio della fibra ottica in oltre 14.000 unità immobiliari tra case e uffici pubblici e privati, per un investimento complessivo di circa 5 milioni di euro.

Attraverso un comunicato stampa ufficiale diramato da Open Fiber, società partecipata da Enel e Cassa depositi e prestiti, è stato reso noto che 8000 chilometri di fibra ottica passeranno attraverso il Comune veneto di San Donà di Piave per la realizzazione di un’infrastruttura in fibra ultraveloce che consentirà di navigare a una velocità di connessione pari a 1 Gigabit per secondo.

L’accordo è stato presentato nella mattinata di giorno 31 Gennaio 2019 durante una conferenza stampa svoltasi nella Sala consiliare del Municipio di San Donà: alla seduta erano presenti gli Assessori Lorena Marin e Stefano Serafin e i rappresentanti di Open Fiber Federico Cariali (Regional Manager) e Matteo Carli (Fiel Manager nel suddetto Comune).

L’obiettivo è il cablaggio dalla rete in rame o mista rame-fibra alla rete in modalità FTTH (Fiber To The Home) lunga circa 150 chilometri. La convenzione tra il Comune e Open Fiber prevede che, ove possibile, Open Fiber sfrutterà cavidotti e infrastrutture di rete sotterranee o aeree già esistenti per evitare eccessivi disagi ai cittadini, rispettando pienamente le modalità di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica previste dal decreto ministeriale del 2013. Si punta sull’uso di tecniche poco invasive, modalità innovative che abbiano un basso impatto ambientale.

Il Sindaco di San Donà Andrea Cereser ha affermato:

“La connessione veloce non è un lusso, ma è e sarà sempre più un asset competitivo strategico per far crescere il territorio. In Veneto il nostro Comune è, finora, il solo Comune non capoluogo interessato a questo progetto di sviluppo. In questi anni di natalità decrescente la popolazione residente nella nostra Città continua a crescere grazie alle nuove famiglie, che trovano qui una buona opportunità di lavoro : questo progetto è un altro passo nella direzione giusta”.

Con la fibra ottica infatti abitazioni private, scuole, uffici pubblici e strutture della Pubblica Amministrazione potranno velocizzare notevolmente il processo di digitalizzazione, migliorando il rapporto con i cittadini. Anche le imprese del territorio grazie al cablaggio in FTTH potranno essere più produttive e più competitive sul mercato del lavoro.

A tal proposito Federico Cariali, Regional Manager del Veneto Open Fiber, ha detto:

“Il progetto di Open Fiber si amplia sempre di più e la nostra fibra ultraveloce sarà presto disponibile non solo nella città di Venezia, ma anche nei comuni dell’area metropolitana. Con l’Amministrazione comunale di San Donà di Piave c’è stata subito una forte sinergia, li ringraziamo per aver supportato il nostro piano, che consegnerà alla città una rete moderna e all’avanguardia, capace di garantire prestazioni “a prova di futuro”.

Lo stesso Regional Manager ha sottolineato che la banda ultra larga è oggi indispensabile per lo sviluppo digitale ed economico del Paese, perchè abilita servizi innovativi per enti, cittadini e imprese, che si estendono allo smart working, al telelavoro, allo streaming online dei contenuti in HD, fino all’accesso alle piattaforme avanzate della Pubblica Amministrazione. L’intenzione di Cariali e di Open Fiber è quella di rendere il Comune di San Donà una vera Smart City.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram.

Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Google News, Facebook, Twitter e Instagram. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.

Continua a leggere

Back to top button