Vodafone in Spagna potrebbe licenziare 1200 impiegati: la concorrenza spinge l’azienda a riorganizzarsi


Vodafone in Spagna potrebbe licenziare fino a 1200 impiegati per quelle che sono state definite come delle importanti ragioni produttive e organizzative. Dopo un periodo di consultazioni che si avvierà nei prossimi giorni, Vodafone renderà nota la sua decisione.

Il tavolo delle trattative verrà istituito il 25 Gennaio 2019, come riporta il giornale spagnolo El Mundo. Così facendo, si ritiene di poter conoscere le condizioni dei licenziamenti già nel mese di Febbraio 2019.

Considerando che in Spagna lavorano circa 5100 impiegati, il taglio di 1200 unità costituirebbe una riduzione del 25%, vale a dire un quarto della forza lavoro totale.

Secondo Vodafone, la pressione competitiva in Spagna non garantisce ai prezzi di crescere di pari passo con la domanda di servizi principali del settore. La maggior parte delle offerte, infatti, appartengono al range low cost, mentre i servizi di bundle convergenti sono ancora poco diffusi. Dunque, anche in Spagna l’ingresso di un nuovo quarto operatore, MasMovil, ha contribuito a erodere l’ARPU degli altri attori, riducendo i margini complessivi del settore.

   

Vodafone Spagna

Il calo dei ricavi mostrato da Vodafone in Spagna, a cui si era già accennato nel corso della presentazione dei risultati globali, ha raggiunto il -3,2% al 30 Settembre 2018, con un deprezzamento del brand e un leggero deterioramento generale di tutti gli asset e le attività nel paese.

Non è dunque da escludere che l’azienda in Spagna voglia puntare a una rivoluzione organizzativa tale da snellire la struttura e sfruttare maggiormente le sinergie. 

E a riguardo, il quotidiano El Pais fa notare come Vodafone in Spagna abbia deciso di rinunciare ai servizi sportivi in televisione, nonostante sia Telefonica che Orange avessero recentemente confermato l’intenzione di partecipare. Rinunciando al calcio, Vodafone ha preferito dunque ridurre i suoi sforzi economici al costo di lasciare strada spianata alla concorrenza.

Questo esempio potrebbe dunque suggerire l’intenzione di puntare maggiormente nel business principale dell’azienda, rinnovando il marchio.  Il passo di Vodafone è infatti dettato, secondo il comunicato ufficiale dell’operatore, dall’esigenza di seguire le aspettative dei clienti, che richiedono un rapporto con i provider caratterizzato dalla rapidità di risposta, dalla semplicità e dalla chiarezza.

La scelta di Vodafone in Spagna, che era stata già anticipata nel Novembre del 2018, aprirà dunque le porte a un ancor più grande cambiamento. L’azienda tenterà di rafforzare il più possibile la sua sostenibilità, garantendo una maggiore competitività e concentrandosi sui miglioramenti della sua struttura di costi.

Adesso, restano da attendere le prime reazioni dei sindacati, interpellati immediatamente per rendere il licenziamento il meno traumatico possibile.

Tra le associazioni principali, UGT ha preso immediatamente la parola condannando un licenziamento che considera totalmente inadeguato e non necessario. Secondo il sindacato, infatti, la drammatica situazione che Vodafone si troverebbe ad affrontare in Spagna dipenderebbe dalle scelte strategiche del management, e non dalla struttura organizzativa della società.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale Telegram di MondoMobileWeb. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.