Open Fiber: collegati i primi clienti delle aree bianche Anguillara Sabazia e San Giovanni La Punta


Open Fiber ha collegato alla sua rete in fibra ottica i primi clienti residenti ad Anguillara Sabazia, in provincia di Roma, e a San Giovanni La Punta, in provincia di Catania, due delle aree bianche oggetto dei bandi Infratel.

Lo rende noto il comunicato stampa ufficiale di oggi, 17 Dicembre 2018, con cui Open Fiber annuncia la commercializzazione in via sperimentale dei servizi di connettività nelle aree bianche.

Nel comune di Anguillara Sabazia la commercializzazione dei servizi sulla rete pubblica in fibra è stata avviata da Unidata, mentre a San Giovanni la Punta è stata Mandarin.

   

Nei prossimi giorni è stato comunicato che i test proseguiranno anche a Campagnano di Roma e a Fino Mornasco.

Elisabetta Ripa, AD di Open Fiber, ha così commentato il traguardo raggiunto:

“L’attivazione dei servizi a banda ultra larga nei primi comuni delle aree bianche in meno di un anno dal perfezionamento delle Concessioni, conferma l’impegno di Open Fiber nella realizzazione di una rete di comunicazioni all’avanguardia e nella riduzione del divario digitale. La nostra infrastruttura, a disposizione di tutti, nasce per agevolare gli operatori e la pubblica amministrazione nello sviluppo di servizi digitali evoluti, in grado di semplificare la vita di cittadini e imprese rafforzando così la competitività del nostro Paese”

Anche Domenico Tudini, Amministratore Delegato di Infratel, ha  commentato la notizia. L’attivazione dei primi clienti, sostiene Tudini, conferma come il piano aree bianche sia ormai in fase di avanzata realizzazione. Inoltre, attivare immediatamente i servizi ai cittadini mentre si aprono nuovi cantieri permette di ridurre drasticamente i tempi di attesa e consente la disponibilità dei servizi fino a 1 Gbps anche per le aree meno densamente popolate.

L’annuncio dell’avvio dei test per San Giovanni La Punta e Anguillara Sabazia era stato dato da Open Fiber l’8 Novembre 2018. I comuni erano stati identificati sulla base di requisiti ben precisi.

Lo scopo era quello di garantire agli utenti di godere di una connessione con velocità di almeno 30 Mbps anche nei territori considerati a fallimento di mercato, così da ridurre il digital divide nel Paese.

 

Per ricevere tante notizie e consigli utili specialmente sul mondo della telefonia è possibile iscriversi gratis al canale mondomobileweb di Telegram. Se questo articolo vi è piaciuto, condividetelo sui vostri social e seguite MondoMobileWeb su Facebook, Instagram e Twitter. Non esitate a condividere le vostre opinioni e/o esperienze commentando i nostri articoli.